Land grabbing

La scheda

Nella traduzione italiana significa “accaparramento di terre”; parafrasato potrebbe essere “rapina di terre” (suoli agricoli ed acqua) e di territori (sistemi sociali ed ambientali). Il fenomeno riguarda un processo d'investimento speculativo che dal 2007 sta galvanizzando i capitali finanziari forti (europei, americani ed arabi) e le multinazionali dell’agro-business i quali si assicurano concessioni o contratti d’affitto pluridecennali su grandi estensioni di terra fertile in Africa, America latina ed Asia.
La storia si ripete sempre uguale da centinaia di anni: il controllo del territorio e delle sue risorse naturali e umane è stato il principio guida dell’espansione coloniale avviata nel XVI secolo e per alcuni Paesi non ancora totalmente conclusa.
Nella sua edizione più recente, questa forma di colonizzazione è guidata da molteplici scopi: dall’investimento meramente lucrativo alla ricerca di spazi per produrre a basso costo, attraverso l’attivazione di produzioni di cibo o di materie prime (tra cui anche legname e minerali) da esportare per alimentare i mercati ricchi in beni di consumo e combustibili vegetali (agrocarburanti) o per costruire infrastrutture, dighe o centri turistici, per espandere un’area urbana o per occupare militarmente un territorio. A farne le spese è il mondo rurale dei Paesi più vulnerabili o delle aree più marginali dei Sud e dei Nord. In particolare a Sud, chi lavora la terra ancestrale detiene diritti consuetudinari che non sono, però, riconosciuti dalla legislazione fondiaria degli Stati nazionali; non possedendo titoli di proprietà sulla terra, queste persone sono facilmente espropriate dalle terre del demanio pubblico con conseguente esclusione dalla produzione e dall’accesso al cibo.

Leggi tutta la scheda »

Notizie

Romania: non importiamo criminali, esportiamo land grabbing!

11 Maggio 2017
La Romania è oggi il paese europeo con la più alta percentuale di terreni agricoli controllati da compagnie straniere. (Alessandro Graziadei)

I paradossi bio-energetici

24 Febbraio 2017
Le biomasse sono una risorsa rinnovabile (non ad impatto zero) che dovrebbe rincorrere la sostenibilità e non gli incentivi… (Alessandro Graziadei)

Senegal: progetto di land grabbing sull'orlo dell'implosione

31 Luglio 2015
Un nuovo rapporto scritto da alcuni ricercatori italiani e pubblicato da Re:Common dimostra che il controverso progetto Senhuile in Senegal è sull’orlo del collasso. Il progetto, avviato quatt...

Diario dal Senegal, il diritto alla terra e le ICT: sfida tecnica o politica?

07 Luglio 2015
Enjeu è una parola difficilmente traducibile dal francese. Indica una questione, una sfida, una situazione controversa. E per il Senegal, il fondiario è certamente un enjeu...

Chi ruba la terra ai contadini?

11 Settembre 2014
Torniamo a parlare di land grabbing o accaparramento delle terre se preferite la definizione in italiano. Ne perché rappresenta la nuova frontiera del colonialismo occidentale a danno del...

Land grabbing, lo scandalo della terra “rubata”

03 Luglio 2014
L’ultima frontiera dello sfruttamento dei Paesi poveri? Affittare o comprare la loro terra a prezzi stracciati, per coltivare la nostra frutta e i nostri cereali. Come ai tempi del Far West. Interv...

Repubblica Centrafricana, un Paese conteso

15 Maggio 2014
Ancora notizie drammatiche dalla Repubblica Centrafricana. Le ragioni vere del conflitto stanno nella ricchezza del sottosuolo, che fa gola a tanti, Francia e Cina in primo luogo. Per questo una pa...

Centrafrica, la guerra “sparita”

07 Gennaio 2014
Della drammatica situazione centrafricana non parla quasi nessuno. Perché? Corsa alle risorse naturali, ingerenza di potenze straniere, sete di potere di dittatori, condizioni di estrema povertà: d...

Italia: si può mercificare la natura?

21 Dicembre 2013
Biodiversità e Aree protette: la green economy in una conferenza nazionale per il rilancio del Paese (o del profitto di pochi…) 

Fame di diritti. La sicurezza alimentare come priorità dello sviluppo

18 Novembre 2013
“Fame di diritti” come titolo di una conferenza che tratta di sicurezza alimentare in Africa può sembrare fuoriluogo in riferimento a un continente in cui di fame si muore ancora. Non hanno però es...

Video

Le multinazionali e la corsa alla terra