Al via il 26° Premio del Volontariato Internazionale FOCSIV 2019

Stampa

Immagine: Focsiv.it

Entro il 26 agosto sarà possibile candidarsi per le due diverse categorie del 26° Premio del Volontariato Internazionale FOCSIV 2019: Volontario Internazionale e Volontario dal Sud.  La consegna dei Premi compreso quello relativo alla seconda edizione di “Igervoluteering IBO Italia Istagram Contest 2019”, il Concorso fotografico rivolto ai giovani europei e del Magreb interessati ed attivi sui temi dei cambiamenti climatici, sarà nella giornata del prossimo 30 novembre a Roma, pochi giorni prima della Giornata Mondiale del Volontariato indetta dalle Nazioni Unite per il 5 dicembre.

Sono due le categorie in gara di questa edizione: quella storica del Volontario Internazionale, che comprende i volontari che desiderino fare un’esperienza di almeno due anni all’estero in progetti di cooperazione, i cooperanti ed il personale espatriato impegnati in tante periferie del mondo nelle attività di Cooperazione Internazionale, e quella del Volontario dal Sud, le cui candidature sono proposte dalle associazioni rappresentanti le diverse Diaspora, un riconoscimento che valorizza l’impegno dei tanti immigrati che dall’Italia, con progetti di co-sviluppo, si adoperano alla crescita del Paese di origine oppure sono impegnati nella propria terra con progetti volti ai più vulnerabili o allo sviluppo delle proprie comunità.

Il criterio preferenziale di selezione è l’impegno nell’ambito di interventi tesi a promuovere da un lato lo Sviluppo Umano Integrale, riconfermando e ampliando quanto indicato dall’Enciclica Laudato Sì, e dall’altro progetti volti a ridurre gli effetti dell’impatto del cambiamento climatico nei paesi più vulnerabili, con la prospettiva della difesa dei diritti umani e del superamento delle cause strutturali della povertà.

Per candidarsi in una delle 2 categorie si può scaricare il Regolamento dal sito ed inviare la domanda entro il 26 agosto, allegando brevi video di presentazione, realizzati con la propria organizzazione di appartenenza. Nella seconda fase del concorso questi video potranno essere votati da tutti online. Successivamente una Giuria di esperti nella comunicazione del volontariato e del Terzo Settore daranno l’ultimo parere sui vincitori, delle due categorie.

Al centro dei temi trattati durante la Cerimonia di Premiazione, il ruolo e l’impegno internazionale dei volontari, protagonisti nel costruire storie di pace e di giustizia, creare ponti di solidarietà in una società inclusiva, multietnica e globalizzata. Una esperienza rivolta a chiunque voglia fare una scelta di valore rivolta allo sviluppo per le comunità, i territori ed il bene comune dei luoghi ove sono impegnati. Un modello individuale di responsabilità civile e sociale che passa attraverso l’acquisizione delle competenze, trasversali e professionali, che è impegno e momento di crescita per chi decida di volersi confrontare con realtà diverse dalla propria e condividere un pezzo della propria vita a favore degli altri.

 “Il Premio del Volontariato Internazionale oggi, a 26 anni dalla prima edizione ed in un momento di grave attacco a questo impegno, vuole mettere in evidenza il ruolo ed il valore del volontariato quale scelta sì personale, ma che è soprattutto l’espressione più concreta di un modello di società inclusiva, in ascolto delle esigenze dei cittadini, attenta ai diritti umani ed al bene comune. Qui sta il senso profondo di 26 anni del Premio del Volontariato Internazionale FOCSIV.  – ha sottolineato Gianfranco Cattai, Presidente FOCSIV – La nostra Federazione, con gli oltre 27.000 volontari internazionali e giovani in Servizio Civile partiti in questi 47 anni dalla sua fondazione, trova nel volontariato la sua risposta più forte e più autentica nei confronti di una società globalizzata che fonda, oggi, le sue radici nella cultura dell’egoismo e della chiusura autoreferenziale, che esclude i vulnerabili, che genera discriminazioni abusi e miserie, che affama milioni di persone a beneficio di pochi, che predilige lo scarto alla ridistribuzione dei beni. Il Volontariato è una proposta politica e modello sociale espressione di visioni di società e di relazioni alternative e diverse, dove le persone hanno lo spazio per un confronto equilibrato e costruttivo con gli altri e si impegnano nel salvaguardare l’ambiente che li circonda. Il Volontariato, come le stesse Nazioni Unite indicavano nel 2015, è la parte attiva nello sviluppo sostenibile e nella realizzazione degli SDGs e di Agenda 2030. Oggi più che mai abbiamo bisogno di loro.”

Partner del Premio del Volontariato Internazionale 2019, al momento, sono: Fondazione Missio 8×1000 alla Chiesa Cattolica, Forum del Terzo settore e AOI;  Media partnerAvvenire, Famiglia Cristiana e Buone Notizie Corriere della Sera. L’edizione di quest’anno, può sempre contare sulla presenza degli “Amici del Premio” che danno spazio ed eco all’iniziativa:  Popoli e Missione, Missione Consolata, Unimondo, Ontheroadtv, Scambi Europei e Associazione Joint.

Da Focsiv.it

Ultime su questo tema

Come negazionisti climatici e cospirazionisti dominano i contenuti di YouTube

09 Agosto 2019
Usare YouTube per conoscere meglio gli argomenti riguardanti i cambiamenti climatici di solito non è una buona idea: predominano contenuti video che si oppongono al consenso scientifico mondiale. A...

‘Le armi per gli amici sauditi non si toccano’, veto di Trump, e poi Kim

06 Agosto 2019
Una legge bipartisan approvata dal Congresso che blocca la vendita di armi all’Arabia Saudita e agli Emirati Arabi Uniti. Ma il presidente americano Donald Trump ha posto il veto. (Ennio Remondi...

La cause strutturali dello spreco alimentare

06 Agosto 2019
È il modello di produzione e consumo attualmente prevalente che “per sua natura comporta un’elevata produzione di eccedenze e sprechi”. (Alessandro Graziadei)

Sanzioni per le emissioni di trasporti marittimi, approvato il decreto legislativo

02 Agosto 2019
I ministri per gli affari europei, della giustizia e dell’ambiente hanno firmato il decreto legislativo che impone nuove sanzioni al trasporto marittimo in caso di sforamento da CO2 e spiegano che...

Nessuno lo sa ma in Italia ci sono bombe nucleari Usa

01 Agosto 2019
“Nel contesto della NATO, gli Stati Uniti stanno schierando circa 150 armi nucleari in Europa, in particolare le bombe libere B61, che possono essere schierate sia dagli aerei statunitensi che da q...

Video

Noam Chomsky: Che cos'è la globalizzazione?