Armi Nucleari

La scheda

La mattina del 6 agosto 1945 viene sganciata sulla città giapponese di Hiroshima la bomba atomica “Little Boy”, tre giorni dopo è la volta di “Fat Man” su Nagasaki. Un inferno di luce e calore annienta le due città. L’umanità si risveglia nella nuova era nucleare, mentre la roboante campagna degli alleati e i festeggiamenti per la fine della guerra nel Pacifico offuscano l’orrore e la portata del nuovo ordigno atomico. A distanza di oltre 60 anni l’incubo nucleare non cessa di minacciare il pianeta.

Leggi tutta la scheda »

Notizie

I nordcoreani tra fame e tubercolosi

21 Gennaio 2020
L’emergenza alimentare che investe la Corea del Nord rende sempre più difficili le condizioni di vita ed endemiche malattie come la tubercolosi. (Alessandro Graziadei)

‘Le armi per gli amici sauditi non si toccano’, veto di Trump, e poi Kim

06 Agosto 2019
Una legge bipartisan approvata dal Congresso che blocca la vendita di armi all’Arabia Saudita e agli Emirati Arabi Uniti. Ma il presidente americano Donald Trump ha posto il veto. (Ennio Remondi...

Riparte l’azione NO F-35

23 Aprile 2019
Presentate a Roma le iniziative della società civile contro la partecipazione italiana al programma Joint Strike Fighter. Anche il Governo Conte ha sottoscritto contratti per la continuazione...

Siamo tutti Premi Nobel per la Pace con ICAN

12 Ottobre 2018
Siamo tutti Premi Nobel per la Pace con ICAN: condividiamo con i nostri video l’impegno per la denuclearizzazione! La nostra campagna, anche con lo scopo di incrementare la quantità e la quali...

Nasce la rivista digitale "Il Sole di Parigi"

04 Ottobre 2018
Nasce l'rgano comunicativo dell’Osservatorio per l’attuazione dell’accordo globale di Parigi sul clima: con periodicità bi­mestrale a partire dall’anno 2019 intende dare voce alle iniziat...
leggi tutte...

Campagne

Il problema nucleare

29 Novembre 2017
Una diversa politica energetica per l’Europa è una necessità assoluta, specialmente dopo gli accordi di Parigi sul clima. Attraverso la lente dell’energia come bene comune si potrebbero t...

Robot Killer: dall’Onu un primo passo verso il divieto preventivo?

23 Dicembre 2016
L’utilizzo in guerra di armi completamente autonome – i cosiddetti Robot Killer – non è più prerogativa solo dei romanzi di fantascienza. (Anna Toro)

All'Onu 123 Paesi per un Trattato di messa al bando delle armi nucleari, l'Italia vota no

04 Novembre 2016
Le Nazioni Unite hanno adottato a larga maggioranza una Risoluzione politica che chiede di avviare nel 2017 i negoziati per un Trattato internazionale volto a vietare le armi nucleari. Questa...

Obama ad Hiroshima: occasione per liberare il mondo dalle armi nucleari

27 Maggio 2016
Le organizzazioni della società civile internazionale chiedono al Presidente degli Stati Uniti di impegnarsi, proprio dalla città giapponese vittima del devastante attacco nucleare del 1945, per un...

Punire i manifestanti anti-nucleare

18 Marzo 2013
Una parte contorta dell’America moderna vede le punizioni più dure inflitte a persone che si distinguono per la verità e la giustizia, mentre i torturatori e i criminali di guerra godono della libe...
leggi tutte...

Istituzioni e Campagne

Internazionali e nazionali

  • Agenzia internazionale per l'Energia atomica (International Atomic Energy Agency - IAEA): Agenzia autonoma delle Nazioni Unite, fondata nel luglio del 1957 con il compito di promuovere l’impiego pacifico dell’energia nucleare e controllare che i progetti nucleari non abbiano finalità militari.
  • Comprehensive Nuclear-Test-Ban Treaty Organization: Istituita il 19 novembre del 1996, questa organizzazione ha come finalità garantire l’entrata in vigore del Comprehensive Test Ban Treaty. Fra le attività, la verifica e il monitoraggio del rispetto del Trattato e la promozione delle firme e ratifiche.
  • Conferenza sul Disarmo: Istituita dalla Comunità internazionale nel 1979 a Ginevra per negoziare accordi di controllo multilaterale degli armamenti e disarmo. Ha negoziato la Convenzione sulle Armi chimiche dal 1980 al 1993, il CTBT dal 1993 al 1996. La Conferenza sul Disarmo segue alla Commissione delle 10 Nazioni sul disarmo (1960), la Commissione sul Disarmo delle diciotto (1962-68) e la Conferenza della Commissione sul Disarmo (1969-78). Pur non essendo formalmente una organizzazione dell’Onu, è collegata alle Nazioni Unite tramite un Rappresentante Personale del Segretario generale delle Nazioni Unite che interviene come segretario generale della Conferenza.
  • United Nations Institute for Disarmament Research
  • Sipri (Stockholm International Peace Research Institute): Istituto di ricerca sulle questioni inerenti il conflitto e la cooperazione per la pace e la sicurezza internazionale, con il proposito di contribuire alla comprensione delle condizioni per soluzioni pacifiche dei conflitti internazionali e per una pace duratura.
  • Center for Defense Information: È parte del World Security Institute, offre analisi specialistiche su vari aspetti della sicurezza nazionale U.S.A. e della sicurezza internazionale. Promuove discussioni e dibattiti ad ampio raggio sui temi della sicurezza come le armi nucleari, la sicurezza spaziale, difesa missilistica, piccole armi e trasformazioni militari.
  • Nuclear Threat Initiative (NTI): Organizzazione no profit con la missione di rafforzare la sicurezza globale con la riduzione del rischio dell’uso e prevenendo la diffusione di armi nucleari, biologiche e chimiche, lavorando sulla costruzione della fiducia, trasparenza e sicurezza come precondizioni per il raggiungimento degli obiettivi e delle ambizioni del Trattato di non proliferazione.
  • Archivio Disarmo: l'istituto di ricerca, fondato da Luigi Anderlini nel 1982, studia i problemi del controllo degli armamenti, della pace e della sicurezza internazionale. Le attività di ricerca sono condotte da gruppi di lavoro ad hoc a cui cooperano docenti universitari e ricercatori italiani e stranieri.

 

Associazioni e campagne

  • Abolition Now!: Campagna globale per la messa al bando delle armi nucleari entro il 2020. Fanno parte della campagna movimenti e associazioni di tutto il mondo, e reti di parlamentari, giuristi, scienziati, medici, ambientalisti, sindaci e le associazioni dei popoli vittime delle sperimentazioni nucleari nonché i sopravvissuti delle esplosioni di Hiroshima e Nagasaki
  • Global Zero: Campagna promossa da leader di diversi Paesi uniti nella lotta per l’eliminazione delle armi nucleari attraverso un processo di graduale riduzione degli arsenali
  • Mayors for Peace: Presieduta dal Sindaco di Hiroshima, è un’associazione che riunisce 2.635 città in 134 Paesi del mondo. Lanciata durante la Sessione Speciale sul Disarmo alle Nazioni Unite, nel 1982, dai sindaci di Hiroshima e Nagasaki, l’associazione si è sviluppata principalmente sotto la spinta dell’attuale sindaco, Tadatoshi Akiba. Oggi, Mayors for Peace è una Ong con status consultivo alle Nazioni Unite.
  • Parliamentarians for Nuclear Non-proliferation and Disarmament (PNND): Rete internazionale di oltre 500 parlamentari di più di 70 paesi impegnati sul disarmo atomico e la prevenzione della proliferazione nucleare.
  • Europe for Peace, A Europe free from nuclear weapons: Campagna per una ferma politica di pace europea e il rifiuto di basi nucleari americane sul suolo europeo come passo per il disarmo globale sotto la supervisione dell’Onu.
  • Comitato Via le Bombe: Chiede la rimozione degli ordigni nucleari dalla base di Aviano e dal territorio italiano.
  • Un futuro senza atomiche: Campagna per una proposta di legge di iniziativa popolare che dichiari l'Italia "Zona libera da armi nucleari".
  • Rete Italiana per il Disarmo (RID): costituita nel 2003, promuove il coordinamento e le attività di trenta associazioni italiane sui temi del controllo della produzione e commercio di armamenti e del disarmo.

Video

RaiNews24: Hiroshima