DL Dignità: Il Movimento No Slot plaude al divieto totale di pubblicità

Stampa

Il Senato ha approvato oggi, definitivamente, l’ormai famoso decreto dignità. Al suo interno l’art.9 stabilisce paletti e restrizioni importanti rispetto al contrasto all’azzardo, definendolo in modo inequivocabile come qualcosa di dannoso per tutti.
È un passo importante nella battaglia culturale che da anni il Movimento No Slot porta in tutta Italia e che dà voce alle migliaia di persone incontrate in questi anni.
Si è posto uno stop alla pubblicità (diretta, diretta, "collaterale") all’azzardo ed ora, si dovrà intervenire, verso l’offerta d’azzardo selvaggia nei nostri territori, dove spesso l’illegalità ha trovato terreno fertile per inserirsi nella filiera della cosiddetta legalità!
Elemento ancora più importante è però l’introduzione del Logo di stato ‘No Slot’, non più simbolo di alcune realtà ma immagine ufficializzata di un intero Paese che sceglie di non limitarsi a punire e sanzionare ma decide di incentivare chi porta avanti dei valori che arricchiscono tutto il territorio.
Sostenere chi preferisce ai guadagni facili un’eticità diversa è qualcosa che abbiamo sempre cercato di fare attraverso la creazione di eventi e la diffusione di buone prassi che insegnassero fin da piccoli che la giusta economia parte dalle piccole scelte di vita quotidiane che ognuno può effettuare. Grande riscontro per questo ci è sempre arrivato dal mondo della scuola dove i più piccoli, preoccupati per i loro familiari che sentivano in pericolo e catturati dall’azzardo, ci chiedevano a gran voce cosa potessero fare e ci offrivano il loro aiuto e sostegno. Spesso sono stati loro a cercare e pubblicizzare gli esercizi etici dei loro paesi creando catene di solidarietà e sostegno all’interno dei loro territori.
Questo decreto ridà finalmente dignità a tutte quelle persone che direttamente o indirettamente si sono ammalate per colpa dell’azzardo, sopportando sofferenze indicibili a causa di qualcosa che ovunque veniva descritto come un vizio o addirittura la possibile risposta alla grande crisi economica.
È questo il primo passo verso una vera prevenzione, verso un Paese che sa mettere al primo posto il vero benessere delle persone. L’Italia è il primo Paese in Europa a farlo, per la prima volta un primato positivo. Avanti verso un’Italia #noslot per il bene delle persone e dei territori.

di Movimento No Slot (da vita.it)

Ultime su questo tema

Rapporto Oxfam 2019 Ricchi sempre più ricchi, poveri sempre più poveri

23 Gennaio 2019
Le disuguaglianze sono una scelta politica e con questi numeri le democrazie non reggeranno. Il dato sulla crescita delle disuguaglianze economiche e sociali fotografato dall'ultimo Rapporto Oxfam:...

Forti delle nostre idee

16 Gennaio 2019
In un mondo incattivito possiamo fare due cose: non avvilirci se vediamo che i cambiamenti sono lenti, è indice di una stratificazione che ci ritroveremo come un tesoro nel futuro, e fare della deb...

Rossini: l’approccio multidimensionale alla povertà non vada perso

14 Gennaio 2019
Il primo commento dell'Alleanza contro la Povertà sul nuovo Reddito di Cittadinanza: «Bene lo stanziamento, più che adeguato, e la volontà di mettere mano ai Centri per l'Impiego. Ma il Reddito di...

Perché il viaggio è sempre un atto di umiltà

12 Gennaio 2019
Essere disposti a scardinare le proprie convinzioni, cercare l’armonia con ciò che ci circonda, ossia i buoni motivi per mettersi in viaggio. (Marco Grisenti)

Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

10 Gennaio 2019
Jair Bolsonaro ha inaugurato la sua Presidenza nel peggiore modo possibile per i popoli indigeni del Brasile. La decisione di togliere al FUNAI la responsabilità di demarcare le terre indigene...

Video

Terra Futura 2011: Sostenibilità e Consumo Critico