Walking Africa: lungo le strade del mondo verso il Nobel per la Pace 2011

Stampa

Foto: Paoline

“La Campagna Noppaw è una provocazione unica ed emozionante - dichiara Guido Barbera, presidente di Solidarietà e Cooperazione Cipsi - per un Nobel collettivo a tutte le donne dell’Africa. Non un premio alle intenzioni, bensì a quello che ora fanno le donne africane per costruire e mantenere ogni giorno la pace in Africa”. Dopo la presentazione alla Farnesina lo scorso 25 maggio, la Carovana delle donne africane “Walking Africa”, promossa dalla Campagna Noppaw (Nobel Peace Prize for African Women) grazie ad un progetto cofinanziato dalla DGCS/MAE, si è messa in cammino lungo le strade del mondo per ritornare poi in Italia il prossimo mese di settembre. È stato sottolineato più volte, durante gli incontri italiani, che è tempo di costruire il futuro.

Le donne della carovana, raccontando le loro esperienze e condividendo le loro vite, lanciano un messaggio forte: “L’Europa, il mondo intero, devono rispettare l’Africa, non derubarla delle sue risorse.Vogliamo che vengano sconfitte, anche attraverso i programmi di cooperazione internazionale, tutte le forme di neocolonialismo che ancora attanagliano il continente africano”. Un forte appello a non dimenticare il lavoro e l’impegno delle donne della diaspora, costantemente presenti insieme alle donne d’Africa lungo tutte le strade della carovana: è necessario riconoscere il diritto e la libertà a migrare - si è detto - così come il diritto e la libertà a restare. È necessario riconoscersi, essere capaci di costruire relazioni che portino ad un futuro di pace, che riconoscano e diano valore alle esperienze delle donne africane portandole all’attenzione del mondo.

La Campagna per il Nobel della Pace alle donne africane, si è sottolineato alla Farnesina, è una Campagna collettiva che propone un Nobel collettivo: una Campagna di tutte e tutti coloro che hanno preso su di se la responsabilità di portarla avanti. Per questo gli eventi e gli incontri hanno dato il via ad altre carovane di donne africane che si stanno organizzando in tante parti del mondo. Fino ad arrivare al mese di settembre, in cui l’Italia ospiterà una nuova tappa di questo lungo cammino delle donne d’Africa verso il Nobel per la Pace. Le proposte e le idee lanciate in questi giorni sono molte, ne menzioniamo due in particolare. Un appello, lanciato da Eugenio Melandri, coordinatore di ChiAma l’Africa, ai missionari, ai cooperanti e a tutti coloro che lavorano nel mondo dell’immigrazione affinché ci si metta in rete per fare un lavoro coordinato sulle donne. L’idea è realizzare una grande assemblea delle donne della diaspora africana in Italia, che le metta in contatto con le altre donne in Italia, in Europa e nell’Africa stessa.

La seconda proposta, espressa da Guido Barbera, riguarda il 10 dicembre, giorno della consegna del Nobel per la Pace: “In quella giornata organizziamo, tutti insieme dai villagi dell’Africa alle nostre città, la festa del ‘Walking Africa Day’, scendendo nelle strade, organizzando concerti e spettacoli, mettendo in contatto tutte le realtà della società civile e delle istituzioni che a livello internazionale hanno aderito alla Campagna”. Un inizio concreto di un nuovo modo di relazionarci insieme, di vera cooperazione.

Da Noppaw

Per informazioni: Solidarietà e Cooperazione Cipsi, tel. 06.5414894, mail: [email protected] e[email protected], web: www.cipsi.it e www.noppaw.org.

Ultime su questo tema

Missione di pace, necessaria fino a quando?

28 Gennaio 2019
Lo scorso 12 settembre è stata apposta la firma all’ennesimo accordo di pace per il Sud Sudan con lo scopo di porre fine alla guerra civile in corso dalla fine del 2013. Attualmente i combattimenti...

Pezzi di terza guerra mondiale nel continente africano

30 Maggio 2017
Il secondo incontro del ciclo “Terza guerra mondiale a pezzi”, promosso da  IPSIA, si è concentrato sul continente africano. (Michela Giovannini)

Padronato poco missionario

23 Dicembre 2015
Misna, l’agenzia di stampa internazionale on-line degli ‘Istituti missionari editori’ che fornisce notizie di prima mano dai diversi ‘Sud del mondo’ non soltanto geografici chiuderà il 31 dicembre....

Quindici anni della Campagna “banche armate”

03 Febbraio 2015
Lanciata nel 2000 in occasione del Grande Giubileo da tre riviste (Missione Oggi, Mosaico di pace e Nigrizia), la Campagna di pressione alle “banche armate” compie quindici anni. E’ t...

Burundi: la missione era donna

10 Settembre 2014
Non solo James Foley e Steven Sotloff, quindi. Decapitati in diretta e rei di essere dei veri giornalisti, ma anche missionarie come suor Lucia Pulici, suor Olga Raschietti e Bernardetta Boggian......

Video

"Afriche" - 10 minuti con Padre Giulio Albanese