Voci contro la guerra - Subcomandante Marcos

Stampa

"Cercano di convincerci che l'Iraq è in Medio Oriente (...), ma l'Iraq è in Europa, nell'Unione Americana, in Oceania, in America Latina, nelle montagne del sudest messicano". Il ‘subcomandante' Marcos, apparso l'ultima volta in pubblico nel marzo del 2001, è tornato a farsi sentire lanciando una dura accusa contro il conflitto in Iraq: "questa guerra non è solo contro questo Paese ma contro tutta l'umanità". In un messaggio, intitolato ‘Un'altra geografia', il leader dell'Ezln (Esercito zapatista di liberazione nazionale) saluta le mobilitazioni per la pace, sostenendo che "l'asse tragicomico Bush-Blair-Aznar ha già subito un primo fallimento". Le popolazioni oppresse, a detta di Marcos, conoscono bene la ‘geografia del potere', quella che vuole il mondo diviso "in sopra e sotto". "I primi a capire che l'Iraq è in qualsiasi luogo del pianeta sono stati i giovani...i giovani hanno compreso che queste bombe - quelle che esplodono e quelle della disinformazione - non vogliono solo distruggere il territorio iracheno ma il diritto ad essere diversi".

Ultime notizie

Bambini: “chi non produce è inutile”

25 Giugno 2019
È necessario contrastare l’idea che chi non produce è inutile per la società. A cominciare dai bambini costretti ad essere “economicamente attivi”. (Alessandro Graziadei)

Cocktail artico… al veleno

24 Giugno 2019
Le inquietanti conseguenze dello scioglimento dei ghiacci. (Anna Molinari)

La seconda vita dei libri, nelle mani dei senza dimora

23 Giugno 2019
I volontari della Ronda della carità distribuiscono (oltre a panini e bevande) fumetti, romanzi e riviste. 

Niente sta scritto vince Il Premio Cinema degli Italian Paralympic Awards

22 Giugno 2019
Il documentario Niente sta scritto riceve il Premio Cinema agli Italian Paralympic Awards 2019, gli “Oscar” dello sport paralimpico. (Raffaella Bonora)

La donna che combatte i matrimoni precoci

21 Giugno 2019
Povertà, matrimoni precoci e abbandono scolastico sono tre componenti dello stesso circolo vizioso. È contro un tale flagello che si batte da oltre 15 anni Theresa Kachindamoto, una donna...