Una Smile alla FIAT e il Proalcol in Brasile

Stampa

© Smile - vetture sostenibili

Per dimostrare ai vertici FIAT che "con la buona volontà e un limitato impegno economico si possono già produrre auto più ecologiche", Greenpeace si è presentata davanti ai cancelli dello stabilimento torinese di Mirafiori 2 quando iniziava lo sciopero di due ore degli operai Fiat. Tra i presenti c'era Beppe Grillo che ha presentato la "Smile", una vettura a bassi consumi, messa a punto nel 1996 dalla stessa Greenpeace che consuma la metà dell'autovettura con i più bassi consumi allora sul mercato. La Smile (Small, Intelligent, Light, Efficient) è del 23% più leggera, l'aerodinamica è stata migliorata del 30%, i materiali usati sono riciclati e i pneumatici sono a basso attrito. In Brasile c'è Proalcol ed è uno dei programmi più audaci al mondo sull'utilizzo di energia rinnovabile per il trasporto. Nato nel 1975 in Brasile, e in parte abbandonato negli anni '80, ritorna oggi con forza dopo gli accordi stesi a Johannesburg tra Germania e Brasile. In previsione ci sono 100 mila nuove auto ad alcol per un valore di 32 milioni di dollari. L'alcol viene prodotto con la canna da zuccchero e la sua produzione che attualmente è di 600 milioni di litri l'anno, nel 2003 potrebbe raddoppiare grazie a degli accordi fatti con Cina, India e Giappone. E in Italia ritornano in molte città i provvedimenti antismog con l'aumento del traffico natalizio. Ma sull'efficacia ambientale delle trasformazioni delle auto non catalizzate convertite a GPL restano forti dubbi.
Pubblicato il: 20.12.2002
" Fonte: » Greenpeace, Volontari per lo Sviluppo, Eco delle città;
" Approfondimento: » Operai FIAT: incivili e senza stipendio, Campagna Il costo vero della nostra auto;

Ultime notizie

Italia: persiste tra uomo e donna un gap enorme

20 Luglio 2019
Occupazione, politiche per le famiglie e pari opportunità sono fattori che s’intrecciano con le disparità di genere. (Lia Curcio)

Plastica: siamo più consapevoli del problema, ma…

19 Luglio 2019
Siamo più consapevoli dei problemi legati all'inquinamento da plastica, ma solo ora iniziamo a prendere in considerazione le possibili soluzioni. (Alessandro Graziadei)

Aree protette, una ricchezza per l’Europa

18 Luglio 2019
Giovani, comunità e natura: è qui il futuro dell’Europa. (Anna Molinari)

Balcani occidentali, la libertà dei media continua a deteriorarsi

18 Luglio 2019
I giornalisti investigativi dei Balcani occidentali hanno espresso il proprio malcontento nei confronti del sistema giudiziario nei rispettivi paesi. Le loro esperienze con giudici e pubblici minis...

Guerra del Nilo: Egitto-Etiopia, l’acqua per vivere

17 Luglio 2019
Una gigantesca diga bloccherà gran parte delle acque del ramo “Azzurro” assetando il Paese dei faraoni. Tensione anche tra il Cairo e Gerusalemme: gli israeliani hanno venduto un sistema anti-...