Turchia: lontano il rispetto dei diritti umani

Stampa

Indymedia Praga - No alla NATO

Il 20 novembre ricorre il terzo anniversario della protesta contro il sistema di dentezione delle carceri turche. Il 9 novembre scorso si è spento Serdar Karbult ,membro del DHKP/C che aveva condotto fino alla morte il suo sciopero della fame; con lui sono 98 le vittime di questa forma di protesta. Anche di questi drammi si è parlato all'undicesima riunione generale dell'Assemblea per i diritti umani in Turchia (IHD), svoltasi il 16 novembre . I delegati del meeting hanno ricordato che le correzioni al codice penale turco, in conformità alla legge antiterrorismo, non hanno comunque cambiato le caratteristiche antidemocratiche delle leggi. La difesa dei diritti umani - sostiene IHD - non si può limitare alla sia pur importante modifica della legge. La tortura, ad esempio in Turchia, è ancora usata sistematicamete. Per prevenire la tortura dovrebbero essere introdotte misure di prevenzione in quattro settori: educativo, amministrativo, giudiziario e legale. Nei primi sei mesi del 2002 IHD ha registrato almeno 381 casi di tortura. Anche le Donne in Nero che erano in Kurdistan come osservatrici internazionali durante le elezioni hanno denunciato il clima di terrore e le intimidazioni indirizzate alla popolazione Kurda che voleva dare il voto al Dehap. L'Associazione per i popoli minacciati è contraria all'entrata della Turchia in UE finchè continuerà a emarginare i profughi, tra cui centinaia di migliaia di bambini, lasciandoli vivere in estrema povertà e affamati in capanne tirate su alla meno peggio nelle periferie delle grandi città.
Pubblicato il: 20.11.2002
" Fonte: » Comitato Kurdistan Firenze, Ass. Popoli Minacciati, Donne in Nero;
" Approfondimeto: » Assopace, Mozione proposta dal 'Workshop Kurdistan', Dossier Medioriente;

Ultime notizie

Leggi, sostanze, propaganda e persone

23 Maggio 2019
La questione droga non può essere affrontata a partire dalle pene, ma dalle persone. (Alessandro Graziadei)

Il Premio Goldman a un difensore mapuche del territorio

22 Maggio 2019
Il premio, ritenuto una sorta di “Nobel ambientale”, è il più importante riconoscimento per chi difende i diritti dell’ambiente. (Michela Giovannini)

Hong Kong: che fine ha fatto il “Movimento degli ombrelli”?

21 Maggio 2019
Nelle scorse settimane nove leader democratici, responsabili del "Movimento degli ombrelli", sono stati giudicati colpevoli di “cospirazione”. (Alessandro Graziadei)

Api: continua lo sterminio. E intanto si diffonde il nuovo pesticida Bayer (Monsanto)

21 Maggio 2019
Il Sivanto è stato registrato per l’uso commerciale nel 2014 ed è disponibile in 30 paesi del mondo, tra cui l’Italia, mentre altre 65 nazioni si preparano ad autorizzarlo. Sul sito di Bayer si leg...

Lo schiaffo dell’Onu è a tutti noi

20 Maggio 2019
“Le leggi volute dal governo italiano sul tema migranti sono contrarie ai  diritti  umani”. Le Nazioni Unite strigliano l’Italia. Forse dovrebbero strigliare gli italiani. Solo...