Serbia: diritti in stato d'emergenza

Stampa

In seguito all'omicidio, lo scorso 12 marzo, del premier Zoran Djindjic il Governo della Serbia aveva dichiarato lo stato d'emergenza per riuscire ad affrontare la grave crisi istituzionale e di sicurezza creatasi. La limitazione di alcuni diritti, tra i quali quello di libertà di stampa, inizia ora a causare le prime reazioni. L'organizzazione Human Rights Watch (HRW) ha invitato il governo serbo alla prudenza durante lo stato di emergenza al fine di non commettere violazioni dei diritti umani, del diritto alla difesa legale e della libertà di stampa. In merito a quest'ultima Elizaberth Andersen, direttrice della sezione di HRW che si occupa di Asia ed Europa, ha dichiarato che "è difficile comprendere come le informazioni sulle circostanze politiche e sociali che hanno condotto all'omicidio del premier e allo stato di emergenza possano compromettere le indagini" invocando un ritorno al più presto ad una piena libertà per i media. Preoccupazioni sono state espresse anche dall'International Press Institute (IPI) e il Southeast European Media Organization (SEEMO) che hanno sottolineato come comprendano che questo sia un periodo difficile in cui la giovane democrazia in Serbia si confronta con l'assassinio di Zoran Djindjic ma che tuttavia "sia importante scegliere degli strumenti che non ostacolino lo sviluppo democratico in Serbia".
" Fonte: » Osservatorio sui Balcani, Human Rights Watch;

Ultime notizie

A Roma la cucina va Oltre

20 Aprile 2019
Di papaline, cicorie e caciaroni: una cooperativa sociale romana ci racconta un modello originale di relazione con la disabilità. (Michele Focaroli

L'Algeria e la meglio gioventù

19 Aprile 2019
In Algeria è caduta la prima B (dal nome dell’ex presidente Bouteflika), la gente si aspetta il ritiro delle altre due B che hanno segnato il potere degli ultimi 20 anni. (Ferrccio Bellcini)

Ce li stiamo mangiando tutti!

18 Aprile 2019
Oggi la “megafauna” della Terra, se si escludono alcune balene che non se la passano sempre benissimo, sta letteralmente scomparendo. Come mai? (Alessandro Graziadei)

Una scuola per la sostenibilità ambientale creativa

18 Aprile 2019
Negli ultimi anni all'Itet Fontana si è fatto un grosso lavoro di analisi sui programmi delle diverse discipline insegnate per individuare dove poter dare spazio alla sostenibilità ambientale, coll...

Una chiamata alla coscienza ambientale

17 Aprile 2019
Nessuno si dimenticherà dei tragici giorni di fine ottobre 2018, quando la catastrofe si abbatté sul Trentino e su tutto il Nord-Est italiano. (Paolo Poda)