Safiya e le altre

Stampa

Immagine

Safiya Hussaini è una giovane donna incinta che è stata condannata a morte per lapidazione dalla corte di Gwadabawa, nello Stato di Sokoto, con l'accusa di aver avuto rapporti extramatrimoniali. A suo favore è nata una mobilitazione internazionale affinchè il governo nigeriano annulli la sentenza.

In Italia la comunità di Sant'Egidio, con l'associazione Nessuno Tocchi Caino e l'agenzia di stampa dei missionari Misna, ha lanciato un appello per la salvezza della donna attraverso e-mail da inviare all'ambasciata nigeriana a Roma. Al momento si è ottenuta la sospensione della condanna, ma non sono state fornite informazioni sulla data in cui sarà annunciata la decisione definitiva della Corte Federale nigeriana.

Certo non sono solo i nigeriani o i talebani a opprimere le donne. Dal Pakistan all'India (passando per la Cina) discriminazioni, violenze e "delitti d'onore" sono all'ordine del giorno. In nome di tradizioni che non hanno niente a che vedere con l'Islam, come denuncia la giornalista pakistana Fariha Haroon, in Pakistan nel 1999 furono 500 le persone vittime del "delitto d'onore".

Da anni i movimenti per i diritti delle donne denunciano questi gravi fatti. La sospensione della pena capitale per Safiya rappresenta un piccolo passo, ma in attesa che il governo nigeriano annulli la sentenza, è importante che all'ambasciata continuino ad arrivare lettere di solidarietà per la donna e la sua bambina.

Pubblicato il: 15.12.2001

Fonte: » Human Rhigts Watch, Comunità Sant'Egidio, Femmis, Misna, Nessuno Tocchi Caino, Volontari per lo sviluppo;
Approfondimento: » Global Womans Rights, Nigerianlaws;
Azione: » Firma l'appello per safiya, Petizione per salvare Safya dalla lapidazione;

Ultime notizie

Spazio al bosco, e le specie spariscono

23 Settembre 2019
Che l’uomo intervenga o si assenti, per la sopravvivenza dell’ecosistema avrà sempre una responsabilità. (Anna Molinari)

Giornata del dono, coinvolti centinaia di studenti

22 Settembre 2019
Sono 80 gli istituti scolastici che hanno aderito al progetto #DonoDay2019, realizzato in collaborazione con il Miur. 

Abbiamo solo 11 anni per salvare la nostra specie

21 Settembre 2019
Ci avviciniamo al prossimo evento, venerdì 27 settembre, organizzato dai giovani dei "Fridays for Future”. (Lia Curcio)

La guerra nel nome della pace

20 Settembre 2019
Attorno ad Idlib continuano i combattimenti, la fuga dei cittadini, le morti, le distruzioni. Il ruolo della Turchia è sempre più ambiguo, nei suoi giochi anti-curdi tra Mosca, Washington e Damasco...

Presidenziali in Tunisia: vincono astensione e populismo anti-casta

20 Settembre 2019
Al ballottaggio per eleggere il nuovo presidente tunisino si affronteranno due candidati controversi e fuori dagli schemi tradizionali. (Ferruccio Bellicini