Repressione sui cafeteros e il mercato CES

Stampa

© Selvas

Una marcia pacifica di produttori honduregni di caffè, che chiedevano il rispetto degli accordi governativi per questo settore, è stata repressa violentemente martedì scorso dalla polizia. Non si conosce il numero e la gravità dei feriti poichè la polizia ha militarizzato la zona. I produttori si stavano dirigendo a Tegucigalpa per assistere a una sessione del Congresso Nazionale dove si sarebbe discussa l'approvazione di un decreto in relazione all'assistenza economica e al rispetto dell'accordo governativo per il riconoscimento delle prestazioni sociali agli impiegati dell'Istituto Honduregno del Caffè, dipartimento che è in corso di ristrutturazione. In Italia è stata presentata il 6 agosto in Senato una mozione di sostegno e appoggio al Commercio Equo e Solidale (CES). L'obiettivo è quello di far sviluppare attorno ai temi del CES un dibattito parlamentare che approfondisca le tematiche dello sviluppo umano, sociale ed economico, del rapporto tra Nord e Sud del Mondo, per la definizione di nuove regole in materia economica e commerciale ispirate a maggiore equità ed impegni per il Governo ad un sostegno adeguato. L'Associazione che si occupa di CES promuove inoltre nel prossimo mese di ottobre un Corso di formazione per creare nuove botteghe. Continua il dibattito sull'opportunità del CES di entrare nelle grandi catene commerciali quali Esselunga, già criticata per il non pieno rispetto dei diritti dei lavoratori, sottolineato anche dalla Cgil. Alex Zanotelli, intervenendo sull'argomento, commenta che "l'alternatività deve essere qualcosa di profondamente organico, vitale e capace di autoriprodursi. Piazzare sul mercato questi prodotti per venderne il più possibile significa entrare nel sistema".
Pubblicato il: 16.08.2002 " Fonte: » Trans Fair, 31 Febbraio, Rivista Valori;
" Approfondimento: » CTM verso il Forum Sociale Europeo;

Ultime notizie

Plastica: siamo più consapevoli del problema, ma…

19 Luglio 2019
Siamo più consapevoli dei problemi legati all'inquinamento da plastica, ma solo ora iniziamo a prendere in considerazione le possibili soluzioni. (Alessandro Graziadei)

Aree protette, una ricchezza per l’Europa

18 Luglio 2019
Giovani, comunità e natura: è qui il futuro dell’Europa. (Anna Molinari)

Balcani occidentali, la libertà dei media continua a deteriorarsi

18 Luglio 2019
I giornalisti investigativi dei Balcani occidentali hanno espresso il proprio malcontento nei confronti del sistema giudiziario nei rispettivi paesi. Le loro esperienze con giudici e pubblici minis...

Guerra del Nilo: Egitto-Etiopia, l’acqua per vivere

17 Luglio 2019
Una gigantesca diga bloccherà gran parte delle acque del ramo “Azzurro” assetando il Paese dei faraoni. Tensione anche tra il Cairo e Gerusalemme: gli israeliani hanno venduto un sistema anti-...

Tunisia: un porto sicuro?

17 Luglio 2019
Il paese maghrebino presenta ancora numerose lacune giuridiche e organizzative per quanto riguarda i richiedenti asilo. (Ferruccio Bellicini)