Repressione sui cafeteros e il mercato CES

Stampa

© Selvas

Una marcia pacifica di produttori honduregni di caffè, che chiedevano il rispetto degli accordi governativi per questo settore, è stata repressa violentemente martedì scorso dalla polizia. Non si conosce il numero e la gravità dei feriti poichè la polizia ha militarizzato la zona. I produttori si stavano dirigendo a Tegucigalpa per assistere a una sessione del Congresso Nazionale dove si sarebbe discussa l'approvazione di un decreto in relazione all'assistenza economica e al rispetto dell'accordo governativo per il riconoscimento delle prestazioni sociali agli impiegati dell'Istituto Honduregno del Caffè, dipartimento che è in corso di ristrutturazione. In Italia è stata presentata il 6 agosto in Senato una mozione di sostegno e appoggio al Commercio Equo e Solidale (CES). L'obiettivo è quello di far sviluppare attorno ai temi del CES un dibattito parlamentare che approfondisca le tematiche dello sviluppo umano, sociale ed economico, del rapporto tra Nord e Sud del Mondo, per la definizione di nuove regole in materia economica e commerciale ispirate a maggiore equità ed impegni per il Governo ad un sostegno adeguato. L'Associazione che si occupa di CES promuove inoltre nel prossimo mese di ottobre un Corso di formazione per creare nuove botteghe. Continua il dibattito sull'opportunità del CES di entrare nelle grandi catene commerciali quali Esselunga, già criticata per il non pieno rispetto dei diritti dei lavoratori, sottolineato anche dalla Cgil. Alex Zanotelli, intervenendo sull'argomento, commenta che "l'alternatività deve essere qualcosa di profondamente organico, vitale e capace di autoriprodursi. Piazzare sul mercato questi prodotti per venderne il più possibile significa entrare nel sistema".
Pubblicato il: 16.08.2002 " Fonte: » Trans Fair, 31 Febbraio, Rivista Valori;
" Approfondimento: » CTM verso il Forum Sociale Europeo;

Ultime notizie

L’inquinamento dell’acqua si misura a mercurio (ma senza termometro)

20 Maggio 2019
Oltre 280.000 mila firme raccolte per proteggere l’acqua in Argentina. (Anna Molinari)

Maestri cestai: dietro le sbarre l’arte di lavorare gli intrecci

19 Maggio 2019
Antonella Mannarino e Caterina Mirarchi da 7 anni curano un laboratorio nel carcere di Catanzaro dove si recupera un lavoro artigianale. (Giovanna Maria Fagnan)

Sandokan e i migranti della Malesia

18 Maggio 2019
L'immigrazione pone sfide che tanti Paesi si trovano a dover affrontare; in Europa siamo molto concentrati a guardare il nostro ombelico, ma cosa succede altrove? (Novella Benedetti)

In Messico è altolà ai narcos

17 Maggio 2019
Il neo presidente del Messico lavora per una riduzione della violenza dei narcotrafficanti. (Miriam Rossi)

Le nostre “eco-colpe” non sono compensabili!

16 Maggio 2019
Termini come “eco-friendly” o “green” incoraggiano l’idea che esistano oggetti e comportamenti “buoni” per l’ambiente. Ma non è sempre così… (Alessandro Graziadei)