Nigeria: prima esecuzione della Sharia

Stampa

Comunità Sant'Egidio - Safiya Husaini

La Comunità di S. Egidio informa che, per la prima volta dall'introduzione della Sharia, il 3 gennaio scorso un uomo è stato giustiziato in Nigeria. La costituzione nigeriana permette la condanna a morte per crimini gravi ma questa è stata in assoluto la prima esecuzione comandata dalla Sharia. E' stato intanto fissato per lunedì 14 gennaio il processo d'appello davanti a una Corte islamica per Safiya Husaini, la donna nigeriana condannata alla lapidazione a morte per adulterio. Il governo federale ha appoggiato la richiesta di appello, mentre le autorità locali hanno confermato che chiederanno la sua condanna. In tutto il mondo singoli ed associazioni si sono mobilitati in favore della donna. A Roma il 9 gennaio si è svolta davanti all'ambasciata nigeriana una manifestazione promossa dal programma della Rai "Zapping". Le milizie della Sharia sono forze volontarie composte prevalentemente da giovani; l'uniforme rossa li distingue dalla polizia e dall'esercito federale ma nel nord della Nigeria le donne per prime rifiutano l'applicazione della severa legge coranica, riconoscendo come, la sua applicazione, ricada solo sulla povera gente lasciano ricchi e capi religiosi liberi nei loro comportamenti.
Pubblicato il: 10.01.2002
" Fonte: » Comunità Sant'Egidio, Televideoi, All Africa, Daily Mail & Guardian;
" Approfondimento: » Nessuno Tocchi Caino, Zapping - appello contro la pena di morte;

Ultime notizie

Danzare – e vivere – in 3D

15 Giugno 2019
Sindri Runudde, ballerino e artista, ci parla della sua arte e del suo modo di interpretare la vita – da una prospettiva queer e legata alla disabilità.  (Novella Benedetti)

Quando la solidarietà viene premiata…

14 Giugno 2019
La storia di un progetto di accoglienza che dalla Siria ha portato una famiglia in Trentino nel paese di Caderzone Terme. Con riconoscimento finale. (Piergiorgio Cattani)

Hasankeyf: l’acqua alla gola

13 Giugno 2019
Nel mese di giugno diverrà operativa in Turchia la diga Ilisu. Spariranno per sempre sott'acqua un centinaio di villaggi. Tra questi anche il simbolo di questo disastro sociale ed ambientale, la ci...

E la luna bussò nel Maghreb

13 Giugno 2019
Dispetti lunari e calcistici allargano le divisioni da tempo esistenti fra i cinque Paesi dell’UMA, l'Unione Maghrebina Araba. (Ferruccio Bellicini)

La fiducia è un bene comune

12 Giugno 2019
Due storie terribili e allo stesso tempo esemplari, tragicamente istruttive. Rendono evidente il perché la fiducia sia un bene così fragile e anche perché, al contrario, la sfiducia e la diffidenza...