Nelle proteste "NO War" arrestati due premi nobel

Stampa

Lo avevano dichiarato gli oppositori della guerra statunitensi la settimana scorsa: avevano detto, "faremo azioni di disobbedienza civile, azioni dirette nonviolente contro questa guerra criminale e riempiremo le strade, le piazze, fermeremo il paese ... se necessario riempiremo le nostre galere di persone che si oppongono alla guerra dell'amministrazione Bush ...."

Sono stati infatti migliaia gli arresti a San Francisco, a Philadelphia, a Washington, in tutte le grandi città, a testimoniare che, anche a guerra iniziata, anche dopo i primi morti anglo-americani, l'opposizione alla guerra non diminuisce.

Ieri, mercoledì 26 marzo, sono state arrestate anche due Premi Nobel per la Pace:
Mairead Corrigan Maguire, Nobel 1976, attivista per la pace nell'Irlanda del Nord, e Jody Williams, Nobel 1997, portavoce della campagna internazionale per la messa al bando delle mine, sono state arrestate mentre manifestavano al Parco Lafayette, di fronte alla Casa Bianca. Sono state arrestate insieme a leaders religiosi e tanti altri pacifisti mentre, seduti a terra in cerchio, intonavano canti contro la guerra e ripetevano "Peace, Shalom". Tra gli arrestati anche un vescovo cattolico e uno metodista, un rabbino, e Daniel Ellsberg, ex ufficiale dei Marines e colui che nel 1971 fece trapelare i documenti segreti del Pentagono rivelando, tra le altre cose, le menzogne dell'aministrazione USA sui fatti del Golfo del Tonchino.

Mentre veniva ammanettata e portata via, Mairead ha dichiarato che, appena liberata, tornerà nello stesso luogo e ci rimarrà ogni giorno fino al 18 aprile, il venerdì santo dei cristiani.

Un saluto di pace, Lisa Clark
Beati i costruttori di pace

Ultime notizie

Cosa resta della cooperazione internazionale?

24 Agosto 2019
L’ex governo gialloverde lascia una pesante eredità in questo campo soprattutto dando spazio a una diffusa disinformazione. (Lia Curcio)

L'Italia migliore è l'Italia che include/ 2

23 Agosto 2019
Continua il nostro viaggio sull’evoluzione/involuzione della cultura e della politica italiana sul tema dell’inclusione e dell’apertura internazionale. (Fabio Pipinato)

L'Italia migliore è l'Italia che include / 1

22 Agosto 2019
Breve storia di un patrimonio culturale e politico sulla pace, nonviolenza e cooperazione internazionale, che rischia di disperdersi. (Fabio Pipinato)

Laghestel (Trentino), la fragilità dell’uomo e della natura in dialogo

21 Agosto 2019
Un cammino dei sensi per scoprire la natura e se stessi, attraverso l’incontro (Anna Molinari)

La simbiosi tra uomo e ape: perché è necessaria?

20 Agosto 2019
Api e miele, da sempre fedeli compagni della vita dell’uomo, sono già a rischio di estinzione, e con loro il nostro ecosistema. (Marco Grisenti)