La cioccolata amara e non solidale dell'UE

Stampa

© Commercio equo

Il mondo del commercio equo ha preso subito posizione dopo la condanna di Italia e Spagna da parte della Corte di giustizia dell'Ue "per aver vietato la commercializzazione con la denominazione 'cioccolato' dei prodotti contenenti sostanze grasse vegetali diverse dal burro di cacao". La produzione di cioccolato è regolamentata nell'Ue da una direttiva del 1973 che fissava il contenuto minimo di burro di cacao, e da una nuova, varata nel 2000 ma che entrerà in vigore nel giugno di quest'anno, che autorizza l'aggiunta di sostanze grasse vegetali diverse dal burro di cacao fino ad un massimo del 5%. Ctm altromercato esprime forti preoccupazioni per la dubbia provenienza e composizione dei nuovi ingredienti e soprattutto perchè questa scelta implica conseguenze negative per 11 milioni di persone in Africa occidentale che dipendono dal cacao per il loro reddito. Inoltre Trans Fair chiede un'attenzione in più anche nei confronti dei paesi produttori e sottolinea che il "cioccolato Garantito del Commercio Equo e Solidale - CES - continuerà ad essere vero cioccolato senza grassi vegetali diversi dal burro di cacao". Contro lo sfruttamento, oltre al CES, troviamo la Global March - crociata contro lo sfruttamento del lavoro infantile - che celebra il suo quinto anniversario con un appello alla comunità internazionale per un'azione urgente per i 246 milioni di bambini che sono sfruttati nel mondo di cui tre quarti di questi sono coinvolti nelle forme peggiori. Il premio dell'Altropallone 2003 è andato ai progetti dei produttori dei Palloni Etici e Solidali. A Padova si è tenuto il primo campionato con i palloni solidali garantiti dal marchio TransFair e prodotti a Sialkot in Pakistan.
Pubblicato il: 17.01.2003
" Fonte: » Altromercato, CTM, Trans Fair, Manitese, Global March, Consumi Etici, La Tortuga;
" Fonte: » Guida Commercio Equo, Guida Consumi etici;

Ultime notizie

L’Italia che non “volta la carta”

23 Luglio 2019
Oggi in Italia non solo non si riescono a recuperare gli scarti del riciclo, ma non si riesce ad aumentare neanche il riciclo della carta. Come mai? (Alessandro Graziadei)

Giù le mani dai diritti umani

22 Luglio 2019
Per la riforma dei Diritti Umani non ci può essere un'azione unilaterale degli Stati Uniti. (Fabio Pipinato)

Buone notizie: il primo stop al glifosate arriva dall’Austria

21 Luglio 2019
Una buona notizia per la salute nostra e dell’ambiente è arrivata nei giorni scorsi dall’Austria.

Italia: persiste tra uomo e donna un gap enorme

20 Luglio 2019
Occupazione, politiche per le famiglie e pari opportunità sono fattori che s’intrecciano con le disparità di genere. (Lia Curcio)

Plastica: siamo più consapevoli del problema, ma…

19 Luglio 2019
Siamo più consapevoli dei problemi legati all'inquinamento da plastica, ma solo ora iniziamo a prendere in considerazione le possibili soluzioni. (Alessandro Graziadei)