L'allargamento della NATO e spese militari

Stampa

Indymedia Praga - No alla NATO

Tre sono i principali temi che i paesi NATO stanno discutendo al vertice di Praga: l' allargamento, la revisione delle risorse e la nuova dottrina. L'allargamento prevede l'invito ai paesi dell'est (Estonia, Lettonia, Lituania, Slovenia, Slovacchia, Bulgaria e Romania) ad entrare nell'organizzazione aggiungendosi agli attuali 19 membri. Ma chi pensava che l'espansione dell'alleanza portasse ad una progressiva diluizione della sua identità militare a favore di un ruolo più politico dovrà probabilmente ricredersi: andando oltre alla tradizionale definizione di "autodifesa collettiva" la Nato sta infatti costituendosi una forza di intervento nei "conflitti preventivi". Significativa in questo senso è la costituzione di un esercito europeo che si proporrebbe come struttura parallela alla NATO, specializzato negli interventi all'estero. E' previsto entro il 2003 un corpo militare di 60.000 soldati. Se al vertice di novembre prevarranno i falchi, anche l'Unione verrà risucchiata nel vortice del rilancio delle spese militari consegnandosi al ruolo di cliente della macchina da guerra americana. Numerose le proteste di chi si oppone a questa nuova logica del riarmo e della guerra preventiva che riconosce la necessità di un'intervento armato in Iraq. Tra le azioni contro le spese militari è da segnalare il "digiuno per una finanziaria di pace", proposto e attuato da un gruppo obiettori del Gavci di Bologna.
Pubblicato il: 20.11.2002
" Fonte: » Movimento Nonviolento, No-Nato, Indymedia Praga, Antinato, Gavci;

Ultime notizie

Cosa resta della cooperazione internazionale?

24 Agosto 2019
L’ex governo gialloverde lascia una pesante eredità in questo campo soprattutto dando spazio a una diffusa disinformazione. (Lia Curcio)

L'Italia migliore è l'Italia che include/ 2

23 Agosto 2019
Continua il nostro viaggio sull’evoluzione/involuzione della cultura e della politica italiana sul tema dell’inclusione e dell’apertura internazionale. (Fabio Pipinato)

L'Italia migliore è l'Italia che include / 1

22 Agosto 2019
Breve storia di un patrimonio culturale e politico sulla pace, nonviolenza e cooperazione internazionale, che rischia di disperdersi. (Fabio Pipinato)

Laghestel (Trentino), la fragilità dell’uomo e della natura in dialogo

21 Agosto 2019
Un cammino dei sensi per scoprire la natura e se stessi, attraverso l’incontro (Anna Molinari)

La simbiosi tra uomo e ape: perché è necessaria?

20 Agosto 2019
Api e miele, da sempre fedeli compagni della vita dell’uomo, sono già a rischio di estinzione, e con loro il nostro ecosistema. (Marco Grisenti)