Intervita: il Niger infetta il 70% dei bambini del Mali

Stampa

da intervita.it

Secondo Intervita in Mali il 70% della popolazione infantile è colpito da una malattia, bilharziosis, che si contrae al contatto con acque dolci. La bilharziosis è, dopo della malaria, la seconda parassitosi mondiale, perché colpisce più di 250 milioni di persone nel mondo, di cui 213 milioni vivono nell'Africa sub-sahariana. Le rive del Niger sono una delle zone dove la malattia è più presente. In Mali, Dogon è uno dei posti più colpiti, qui il 77% degli adolescenti e il 50% dei bambini in età scolare soffrono gli effetti della bilharziosis, mentre a Sègou il 70% dei bambini tra i 7 e i 14 anni è infettato dalla malattia.

Attività come lavare, nuotare o giocare nelle acque del fiume Niger, camminare a piedi nudi in risaie o terreni fangosi espongono alla malattia in modo molto rischioso. Nella prima fase, la malattia si manifesta con eruzioni cutanee e febbre, ed in seguito compaiono altri sintomi come dissenteria, dimagrimento ed infiammazione del fegato. Nella sua forma più grave, l'infezione provoca danni a lungo termine alla vescica, ai reni e al fegato che con il tempo possono degenerare in cancro e insufficienza renale. Il miglior modo per combattere la bilharziosis, per cui non esiste ancora un vaccino, è prevenirla, migliorando le abitudini igieniche e di utilizzo dell'acqua.

Intervita in Mali sostiene oltre 4.000 bambini e le loro famiglie e per contrastare la malattia infettiva ha attivato a Segou il centro specialistico Famory dove vengono somministrate cure specifiche e in cui vengono effettuate delle campagne di sensibilizzazione e prevenzione. "Nei Paesi in via di sviluppo - dichiara Marco Di Mauro, Direttore Generale Intervita- l'incidenza della mortalità e delle malattie causate dall'acqua contaminata è 240 volte superiore rispetto ai Paesi sviluppati.". "Nel nostro centro medico in Mali -prosegue Di Mauro- oltre il 21% delle consulenze negli ultimi quattro mesi è legato alla bilharziosis; in occasione della Giornata dell'Africa non possiamo dimenticare che i bambini al di sotto dei 5 anni sono le maggiori vittime della malattia".

Ultime notizie

Francesca, la sua laurea fa notizia

16 Giugno 2019
Francesca ha la sindrome di Usher e in Italia è fra le prime persone con sordocecità ad aver raggiunto il traguardo della laurea. (Sara De Carli)

Danzare – e vivere – in 3D

15 Giugno 2019
Sindri Runudde, ballerino e artista, ci parla della sua arte e del suo modo di interpretare la vita – da una prospettiva queer e legata alla disabilità.  (Novella Benedetti)

Quando la solidarietà viene premiata…

14 Giugno 2019
La storia di un progetto di accoglienza che dalla Siria ha portato una famiglia in Trentino nel paese di Caderzone Terme. Con riconoscimento finale. (Piergiorgio Cattani)

Hasankeyf: l’acqua alla gola

13 Giugno 2019
Nel mese di giugno diverrà operativa in Turchia la diga Ilisu. Spariranno per sempre sott'acqua un centinaio di villaggi. Tra questi anche il simbolo di questo disastro sociale ed ambientale, la ci...

E la luna bussò nel Maghreb

13 Giugno 2019
Dispetti lunari e calcistici allargano le divisioni da tempo esistenti fra i cinque Paesi dell’UMA, l'Unione Maghrebina Araba. (Ferruccio Bellicini)