Giornata della Madre Terra: pianta un albero con Unimondo

Stampa

La cover del sito “Billion Acts of Green

A “Billion Acts of Green” ovvero “Un miliardo di azioni verdi”. E’ il tema scelto dall’Onu per la “Giornata mondiale della Madre Terra”, che si celebra oggi, per radunare e riproporre le azioni e l’impegno di privati cittadini, Ong, governi e altri enti mirati a migliorare la sostenibilità della nostra vita sul pianeta Terra. L’obiettivo è di far registrare un miliardo di azioni prima del Summit della Terra che si terrà dal 14 al 16 maggio 2012 a Rio de Janeiro in Brasile per sensibilizzare i governi che parteciperanno all'appuntamento.

La Risoluzione dell'Onu (in .pdf) per lo "International Mother Earth Day" (Giornata Internazionale della Madre Terra) evidenzia che “Madre Terra è un espressione comune per il pianeta Terra in un certo numero di paesi e regioni, che riflette l'interdipendenza che esiste fra gli esseri umani, altre specie viventi e del pianeta che tutti noi abitiamo”. La giornata, riconoscendo che “la Terra e dei suoi ecosistemi sono la nostra casa” intende promuovere “armonia con la natura e la Terra”.

La festività è riconosciuta da ben 192 nazioni e viene celebrata da quasi mezzo miliardo di persone. L’Earth Day fu celebrato a livello internazionale per la prima volta il 22 aprile 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra. Nato come movimento universitario, nel tempo, l’Earth Day è divenuto un avvenimento educativo ed informativo. I gruppi ecologisti lo utilizzano come occasione per valutare le problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili

Numerosi quindi gli eventi nel mondo e anche in Italia dove il Social network decrescita felice, partner italiano dell’Earth Day Network, promuove numerose iniziative attraverso il sito www.giornatamondialedellaterra.it. La Giornata si prefigge di far conoscere “azioni di buon senso” e soprattutto di stimolare stili di vita e buone pratiche per la salvaguardia del pianeta terra: c’è chi in questa giornata lascia a casa la macchina, chi pianta un albero, che pulisce la strada del proprio quartiere, chi si impegna a consumare meno acqua e luce, chi si informa per installare pannelli solari sul tetto di casa ecc.

La Giornata della terra è anche la giornata del risparmio energetico, del riciclo, della forestazione, della tutela delle specie protette, della salvaguardia della risorsa acqua ma anche un’occasione per rilanciare tutte le iniziative per una decrescita felice: attraverso una critica al concetto dello sviluppo, si propone tra l’altro di “rivalutare e riconstestualizzare” e di “ristrutturare e ridistribuire” per adattare il sistema di produzione e richiamare l’etica della spartizione, e di conseguenza sul piano strutturale di “rilocalizzare l’economia” e di “rilocalizzare la politica”.

Per la giornata, annunciata attraverso l’Almanacco, Unimondo propone di diventare amici su facebook e partecipare alla campagna “1 fan 1 albero sostenendo così un progetto di riforestazione in Kenya a compensazione della C02 che produciamo ogni giorno. La riforestazione è curata da Tree is Life, un gruppo di giovani agroforestali che sono già stati premiati per la loro efficienza. Tree is Life è un progetto sostenuto da otto anni da Unimondo. La campagna “1 fan 1 albero” ha come testimonial l’alpinista Sergio Martini che ha scalato tutte le 14 vette sopra gli 8000 metri e le cantautrici Elisa e Giorgia.

Buona giornata a tutti e… raccontateci su facebook la vostra azione per la giornata della Madre Terra!

Ultime notizie

Locanda Dal Barba, dove l’accoglienza si fa in tavola

24 Febbraio 2020
Inclusione sociale per persone con disturbi del neurosviluppo, un’esperienza da conoscere. (Anna Molinari)

Bari il cibo torna in circolo (per i poveri)

23 Febbraio 2020
Sette frigo solidali ospitano il cibo donato. I volontari si spostano anche con pattini e biciclette. L’idea di Kenda onlus. (Bepi Castellaneta)

Disabilità in Ecuador: un cammino disseminato di ostacoli

22 Febbraio 2020
Nonostante le iniziative realizzate, la situazione dei disabili, soprattutto intellettivi, rimane profondamente disagiata e vittima di una politica viziosa. (Marco Grisenti)

Un clima impazzito

21 Febbraio 2020
Un clima impazzito che non conosce una via di mezzo e le cui conseguenze sono pagate soprattutto dai più deboli. (Lia Curcio)

"Niente più vittime, niente più martiri"

20 Febbraio 2020
“Niente più vittime, niente più martiri, vogliamo sentire solo le voci di persone vive” che difendano i loro diritti umani. (Alessandro Graziadei)