Ecuador: 22 arresti per il vertice dell'ALCA

Stampa

Esercito e potere

Mentre aveva luogo a Guayachil (Ecuador) la seconda riunione dei Presidenti del Sud America, nelle strade si praticava la repressione e la violazione dei diritti umani arrestando 22 dirigenti indigeni e dei movimenti popolari. La denuncia è della Confederazione dei Popoli e delle Nazionalità Kichwa dell'Ecuador ECUARUNARI (costola dell'organizzazione indigena CONAIE) impegnata a chiedere con forza l'immediata liberazione dei detenuti che partecipavano alla manifestazione pacifica concomitante al summit. Un'iniziativa nata per esprimere il punto di vista delle organizzazioni sull'ALCA, Accordo di libero commercio in America Latina, e sulle alternative riguardanti l'integrazione regionale "basata sullo sviluppo dei popoli e sul rispetto della diversità, della solidarietà e della reciprocità". I presidenti sudamericani hanno deciso nella riunione di sabato di accelerare le negoziazioni per completare prima della fine dell'anno l'unione tra l' Andean Community of Nations (Comunità delle nazioni andine) e il Southern Common Market (Mercato comune del sud) per creare un unico fronte in vista del Free Trade Area of the Americas (Zona di libero scambio delle Americhe). Tuttavia non c'è stato un completo accordo tra i partecipanti: fortemente contrari all'FTAA e agli Usa si sono dichiarati i presidenti Fernando Henrique Cardoso, del Brasile e l'equadoregno Gustavo Noboa, che hanno evidenziato l'aumento delle restrizioni imposte dagli Usa alle importazioni e l'esitazione degli stessi Usa - e delle organizazzioni internazionali di credito - ad aiutari paesi come l'Argentina che versano in una profonda crisi economica.
Pubblicato il: 31.07.2002 " Fonte: » Selvas, IPS News, allAfrica;
" Approfondimento: » Dossier Grandi Laghi;

Ultime notizie

Il vino della pace nella cantina dove lavorano cristiani e musulmani

19 Ottobre 2019
A Betlemme in Palestina i salesiani hanno aperto l’azienda viti-vinicola per avvicinare i popoli. (Luciano Ferrero) 

“Il luogo più simile al Tibet che esista in Europa”

19 Ottobre 2019
Così Fosco Maraini, il grande etnografo ed esploratore italiano, definì l’altopiano di Castelluccio negli anni trenta. (Matthias Canapini)

Imboscate e petroliere in fiamme: lo Yemen senza tregua

19 Ottobre 2019
L'incubo della “guerra per procura” yemenita non sembra conoscere fine, né il suo dramma umanitario avere un minimo di sollievo. (Michele Focaroli)

Una svolta per il Kashmir indiano?

18 Ottobre 2019
Il territorio a maggioranza musulmana riapre scuole, confini e comunicazioni, ma continua la disobbedienza civile della popolazione. (Alessandro Graziadei)

Ecuador: la vittoria degli indigeni non convince

17 Ottobre 2019
È finita la violenza ed è tornata la pace. Almeno fino alla stesura del prossimo decreto. (Marco Grisenti