Corte Penale Internazionale senza USA

Stampa

Immagine

La Corte Penale Internazionale (CPI) "è in vigore" grazie alle ratifiche di oltre 60 paesi e "funzionerà anche senza gli Stati Uniti". Con 23 voti a favore, 21 contrari e nove astenuti l'assemblea per i Diritti Umani dell'Onu ha accettato la mozione presentata dall'Uruguay di condanna alla politica dell'Havana. "E' la goccia che fa traboccare il vaso" ha dichiarato il leader cubano nel corso di una conferenza stampa in cui ha chiamato il presidente uruguayano Battle "presidente genuflesso ai piedi degli Stati Uniti". La decisione di Beattle ha incontrato tuttavia critiche molto aspre anche in Uruguay. Ma qual è stato - si è domandata l'opposizione uruguayana - il costo del "tradimento"? Il governo avrebbe presentato la risoluzione contro Cuba allettato dalla prospettiva di un trattato di libero commercio con gli Stati Uniti per il quale sarebbe stato già firmato il protocollo di avvio dei negoziati e dalla promessa di Bush di comprare un quantitativo superiore di carne uruguayana. Nel frattempo, il Fondo Monetario Internazionale sta studiando la richiesta del governo uruguayano per accedere ad un ennesimo prestito. Il dissenso nei confronti del governo cubano riguarda comunque quasi tutti i paesi del centro-sudamerica dove il tasso di povertà cresce a dismisura e le richieste di garanzie anche. Il ministro cubano Felipe Perez Roque ha dichiarato che "la Commissione Diritti Umani è oggi più divisa che mai e minacciata di discredito, essendo strumento degli interessi di dominazione degli Stati Uniti e dei loro alleati".
Pubblicato il: 07.05.2002
" Fonte: » Selvas, Adista, Fondazione Pasti;

Ultime notizie

Italia: persiste tra uomo e donna un gap enorme

20 Luglio 2019
Occupazione, politiche per le famiglie e pari opportunità sono fattori che s’intrecciano con le disparità di genere. (Lia Curcio)

Plastica: siamo più consapevoli del problema, ma…

19 Luglio 2019
Siamo più consapevoli dei problemi legati all'inquinamento da plastica, ma solo ora iniziamo a prendere in considerazione le possibili soluzioni. (Alessandro Graziadei)

Aree protette, una ricchezza per l’Europa

18 Luglio 2019
Giovani, comunità e natura: è qui il futuro dell’Europa. (Anna Molinari)

Balcani occidentali, la libertà dei media continua a deteriorarsi

18 Luglio 2019
I giornalisti investigativi dei Balcani occidentali hanno espresso il proprio malcontento nei confronti del sistema giudiziario nei rispettivi paesi. Le loro esperienze con giudici e pubblici minis...

Guerra del Nilo: Egitto-Etiopia, l’acqua per vivere

17 Luglio 2019
Una gigantesca diga bloccherà gran parte delle acque del ramo “Azzurro” assetando il Paese dei faraoni. Tensione anche tra il Cairo e Gerusalemme: gli israeliani hanno venduto un sistema anti-...