Banca europea per gli investimenti: è ora di cambiare!

Stampa

manifestazione davanti alla BEI

In concomitanza con la prima riunione annuale della Banca europea per gli investimenti (BEI) dopo l'allargamento dell'Unione Europea, una coalizione internazionale di gruppi della società civile ha reso pubblica oggi la sua nuova piattaforma di richieste per riformare la BEI; la meno trasparente, responsabile e democratica delle istituzioni comunitarie e di quelle finanziarie internazionali.

"Fondi pubblici per benefici pubblici: facciamo sì che la Banca europea per gli investimenti sostenga le persone e l'ambiente", questo il nome del documento che evidenzia una chiara visione di come cambiare radicalmente il funzionamento della Banca per renderla uno strumento positivo per l'erogazione dei finanziamenti pubblici europei. Il lancio di questo documento è un vero e proprio passo in avanti della campagna internazionale sulla BEI, di cui fa parte anche l'italiana Campagna per la riforma della Banca mondiale, a dimostrazione del suo crescente successo nell'opera di sensibilizzazione ed informazione sulla stessa BEI, cui si chiede di accettare ed implementare tali richieste.

Con il sostegno di una sessantina di organizzazioni e reti internazionali, inclusi Friends of the Earth International, WWF Europa e CEE Bankwatch, il documento chiede alla BEI l'ottenimento di risultati concreti in merito ai seguenti punti:

1. Trasparenza ed accesso alle informazioni;

2. Un mandato per lo sviluppo basato su giuste politiche di salvaguardia per i prestiti fuori dall'Unione Europea;

3. Valide politiche ambientali settoriali per i prestiti;

4. La creazione di un meccanismo di ricorso per i cittadini impattati;

5. Misure efficaci per combattere la corruzione e il riciclaggio di denaro;

6. Una strategia socialmente ed ambientalmente sostenibile per i prestiti al settore privato.

"La BEI non riesce in alcun modo a rispettare gli standard ambientali, di trasparenza e di governance richiesti oggi da una istituzione finanziaria pubblica" ha affermato Martin Koehler della Campagna per la riforma della Banca mondiale. "C'è bisogno di profondi cambiamenti, e noi ci aspettiamo che la riunione dei direttori della BEI che si terrà oggi sia un punto di partenza in questo processo. Le nostre proposte sono una guida ideale su come fare pulizia all'interno della BEI" ha concluso Koehler.

Ultime notizie

Locanda Dal Barba, dove l’accoglienza si fa in tavola

24 Febbraio 2020
Inclusione sociale per persone con disturbi del neurosviluppo, un’esperienza da conoscere. (Anna Molinari)

Bari il cibo torna in circolo (per i poveri)

23 Febbraio 2020
Sette frigo solidali ospitano il cibo donato. I volontari si spostano anche con pattini e biciclette. L’idea di Kenda onlus. (Bepi Castellaneta)

Disabilità in Ecuador: un cammino disseminato di ostacoli

22 Febbraio 2020
Nonostante le iniziative realizzate, la situazione dei disabili, soprattutto intellettivi, rimane profondamente disagiata e vittima di una politica viziosa. (Marco Grisenti)

Un clima impazzito

21 Febbraio 2020
Un clima impazzito che non conosce una via di mezzo e le cui conseguenze sono pagate soprattutto dai più deboli. (Lia Curcio)

"Niente più vittime, niente più martiri"

20 Febbraio 2020
“Niente più vittime, niente più martiri, vogliamo sentire solo le voci di persone vive” che difendano i loro diritti umani. (Alessandro Graziadei)