Argentina: repressione violenta

Stampa

Indymedia - polizia argentina

In Argentina le richieste dei movimenti sociali vengono spente con la violenza. La tensione all'interno del Paese si va riacutizzando e le due ultime vittime di quella che viene definita "la nuova ondata repressiva" si vanno ad aggiungere ai 33 argentini assassinati dal dicembre scorso, durante le proteste sociali. I due, uccisi dalla polizia, appartenevano al movimento piquetero (dei lavoratori disoccupati) che stava bloccando le strade come forma di protesta per ottenere dignità, lavoro e cambio sociale, in opposizione alle politiche neoliberiste selvagge che hanno portato il sistema economico del paese al collasso lo scorso dicembre. Per reclamare un freno alla repressione una delle principali organizzazioni sindacali, la Centrale dei lavoratori argentini (Cta), insieme alla Corrente classista e combattiva (Ccc), ha annunciato per mercoledì 3 luglio una nuova marcia di protesta, che si concluderà in Plaza de Mayo, davanti ai palazzi del potere della capitale argentina. In una lettera indirizzata al presidente Duhalde, l'ex deputato argentino Juan Gabriel Labaké ha esposto le sue preoccupazioni per le ipotesi di sanare "civilmente e decorosamente" il debito attraverso la concessione di territori. Intanto Eduardo Duhalde ha accusato il governo di Washington di discriminare gravemente il suo Paese e più in generale l'America Latina, attraverso una politica commerciale protezionista che penalizza le realtà più deboli. Il Paese delle Donne presenta una analisi che la psicoanalista argentina, Eva Giberti fa sul futuro dell'Argentina: una "mostra del dolore che patiamo, argentine e argentini, perché ignoriamo come e quando migliorerà la nostra situazione. O come e quando si aggraveranno le nostre disgrazie". Intanto in Trentino è stato sgomberato un centro sociale occupato a metà giugno da una cinquantina di giovani che si propongono cultura sociale e già iniziano le manifestazioni di protesta.
Pubblicato il: 01.07.2002 " Fonte: » Misna, Il Paese delle Donne , ALAI, Indymedia Italy, Clorofilla, Altroadige;
" Campagne: » Dossier America Latina , Indymedia Argentina ;

Ultime notizie

A Roma la cucina va Oltre

20 Aprile 2019
Di papaline, cicorie e caciaroni: una cooperativa sociale romana ci racconta un modello originale di relazione con la disabilità. (Michele Focaroli

L'Algeria e la meglio gioventù

19 Aprile 2019
In Algeria è caduta la prima B (dal nome dell’ex presidente Bouteflika), la gente si aspetta il ritiro delle altre due B che hanno segnato il potere degli ultimi 20 anni. (Ferrccio Bellcini)

Ce li stiamo mangiando tutti!

18 Aprile 2019
Oggi la “megafauna” della Terra, se si escludono alcune balene che non se la passano sempre benissimo, sta letteralmente scomparendo. Come mai? (Alessandro Graziadei)

Una scuola per la sostenibilità ambientale creativa

18 Aprile 2019
Negli ultimi anni all'Itet Fontana si è fatto un grosso lavoro di analisi sui programmi delle diverse discipline insegnate per individuare dove poter dare spazio alla sostenibilità ambientale, coll...

Una chiamata alla coscienza ambientale

17 Aprile 2019
Nessuno si dimenticherà dei tragici giorni di fine ottobre 2018, quando la catastrofe si abbatté sul Trentino e su tutto il Nord-Est italiano. (Paolo Poda)