Ankara reprime la Giornata della Pace

Stampa

Immagine

Il primo settembre ad Ankara, la Giornata della Pace si è trasformata in una giornata di repressione, di scontri, di arresti. Nei giorni precedenti, il governo turco ha posto il divieto di manifestare, ha chiuso le regioni kurde e le metropoli turche in un immenso coprifuoco di 48 ore, bloccando le colonne di autobus e caricando ogni concentramento in partenza per la capitale. Nonostante le violenze della polizia, in tutto il paese si sono tenute manifestazioni "Mano nella Mano per la Pace" a cui ha partecipato un gruppo di pacifisti italiani. Nella sola Istanbul, il bilancio conta un morto e centinaia di arresti. A Batman la polizia ha attaccato un corteo di diecimila persone, dopo aver chiuso i collegamenti tra le città della regione. Nelle prigioni si estende la protesta, dopo che i diecimila prigionieri kurdi hanno avviato uno sciopero della fame "per la pace, l'amnistia e la democrazia" unendo la loro protesta a quella dei detenuti politici della sinistra turca che prosegue da dieci mesi. A Roma, domani 5 settembre alle ore 12.00, presso l'Agenzia Camera e Senato (Piazza S. Cosimato, 40) si tiene una conferenza stampa sulla violazione dei diritti umani nelle carceri in Turchia.
Pubblicato il: 04.09.2001
" Fonte: » Kurdish Observer, BBC UK;
" Approfondimento: » Appello per la pace, Un genocidio dimenticato, Kurdish Information Center, Comitato "Verso il Kurdistan", Kurdistan libero e indipendente, Azad.it;

Ultime notizie

Equo e Solidale: il paradigma di un sistema

24 Maggio 2019
Equo e Solidale: è il paradigma di un sistema di mercato che si propone di modificare le pratiche commerciali sleali verso i produttori. (Lia Curcio)

Europee in Bulgaria, sotto il segno della corruzione

23 Maggio 2019
Appartamenti acquistati a prezzi agevolati da parte di politici e funzionari pubblici. Una serie di scandali ha scosso la Bulgaria alla vigilia delle prossime elezioni europee e mettere in secondo...

Leggi, sostanze, propaganda e persone

23 Maggio 2019
La questione droga non può essere affrontata a partire dalle pene, ma dalle persone. (Alessandro Graziadei)

L'Africa è invisibile per i tg

22 Maggio 2019
Lo rileva il 2° rapporto “Illuminare le periferie” dell’Osservatorio di Pavia. Monitorate le notizie esteri di 14mila telegiornali di prima serata. Terrorismo e migrazioni trattati senza attenzione...

Il Premio Goldman a un difensore mapuche del territorio

22 Maggio 2019
Il premio, ritenuto una sorta di “Nobel ambientale”, è il più importante riconoscimento per chi difende i diritti dell’ambiente. (Michela Giovannini)