Albania: allarme per l'energia elettrica

Stampa

© monti dell'Albania dal canale d'Otranto

In Albania il livello del fiume Drin continua a scendere a causa della forte siccità degli ultimi mesi, e ciò oltre a provocare possibili danni ambientali, mette a rischio la possibilità di avere energia elettrica durante il prossimo inverno.
Già dai mesi estivi la corrente elettrica viene erogata solo per pochissime ore al giorno. Il Governo albanese ha firmato con il Montenegro un contratto di acquisto di 5-6 milioni di KW all'ora nel tentativo di arginare la gravità della situazione, ma secondo le previsioni il bisogno di energia elettrica durante i mesi invernali raddoppierà. L'unica speranza per la popolazione è che arrivino le piogge, mentre i dirigenti dell'Azienda Energetica Albanese si mostrano ottimisti, dichiarando che in inverno l'energia mancherà soltanto per 2-3 ore al giorno (Gazeta Shqipetare, 2 agosto).
Nel frattempo, però, come riporta lo stesso quotidiano, due aziende italiane con sede a Tirana che producevano calzature e abbigliamento hanno dovuto chiudere proprio a causa della mancanza di energia elettrica. La produzione non poteva più continuare e così, dopo aver licenziato tutti gli operai e chiuso le fabbriche, i responsabili delle due imprese hanno presentato una richiesta di indennizzo dei danni alla KESH (Azienda Energetica Albanese). Fonti ufficiali della KESH hanno dichiarato in questi giorni che il futuro razionamento dell'energia elettrica colpirà soprattutto la popolazione, mentre ad una serie di imprese e istituzioni verrà garantita la corrente per 24 ore al giorno. In questa lista compaiono alcune ditte locali e straniere, gli impianti balneari, gli impianti di controllo degli acquedotti, le strutture ospedaliere e gli ambulatori.
Pubblicato il: 11.08.2001
" Fonte: » da Valona, Elidon Lamani » Osservatorio sui Balcani;

Ultime notizie

L'Algeria e la meglio gioventù

19 Aprile 2019
In Algeria è caduta la prima B (dal nome dell’ex presidente Bouteflika), la gente si aspetta il ritiro delle altre due B che hanno segnato il potere degli ultimi 20 anni. (Ferrccio Bellcini)

Ce li stiamo mangiando tutti!

18 Aprile 2019
Oggi la “megafauna” della Terra, se si escludono alcune balene che non se la passano sempre benissimo, sta letteralmente scomparendo. Come mai? (Alessandro Graziadei)

Una scuola per la sostenibilità ambientale creativa

18 Aprile 2019
Negli ultimi anni all'Itet Fontana si è fatto un grosso lavoro di analisi sui programmi delle diverse discipline insegnate per individuare dove poter dare spazio alla sostenibilità ambientale, coll...

Una chiamata alla coscienza ambientale

17 Aprile 2019
Nessuno si dimenticherà dei tragici giorni di fine ottobre 2018, quando la catastrofe si abbatté sul Trentino e su tutto il Nord-Est italiano. (Paolo Poda)

Quel che “Vaia” ci insegna *

17 Aprile 2019
La tempesta di acqua e vento che nell'ottobre scorso ha spazzato via 41.491 ettari di bosco ci parla del cambiamento climatico e della nostra insostenibilità. Di un clima sempre più segnato da even...