Albania: allarme per l'energia elettrica

Stampa

© monti dell'Albania dal canale d'Otranto

In Albania il livello del fiume Drin continua a scendere a causa della forte siccità degli ultimi mesi, e ciò oltre a provocare possibili danni ambientali, mette a rischio la possibilità di avere energia elettrica durante il prossimo inverno.
Già dai mesi estivi la corrente elettrica viene erogata solo per pochissime ore al giorno. Il Governo albanese ha firmato con il Montenegro un contratto di acquisto di 5-6 milioni di KW all'ora nel tentativo di arginare la gravità della situazione, ma secondo le previsioni il bisogno di energia elettrica durante i mesi invernali raddoppierà. L'unica speranza per la popolazione è che arrivino le piogge, mentre i dirigenti dell'Azienda Energetica Albanese si mostrano ottimisti, dichiarando che in inverno l'energia mancherà soltanto per 2-3 ore al giorno (Gazeta Shqipetare, 2 agosto).
Nel frattempo, però, come riporta lo stesso quotidiano, due aziende italiane con sede a Tirana che producevano calzature e abbigliamento hanno dovuto chiudere proprio a causa della mancanza di energia elettrica. La produzione non poteva più continuare e così, dopo aver licenziato tutti gli operai e chiuso le fabbriche, i responsabili delle due imprese hanno presentato una richiesta di indennizzo dei danni alla KESH (Azienda Energetica Albanese). Fonti ufficiali della KESH hanno dichiarato in questi giorni che il futuro razionamento dell'energia elettrica colpirà soprattutto la popolazione, mentre ad una serie di imprese e istituzioni verrà garantita la corrente per 24 ore al giorno. In questa lista compaiono alcune ditte locali e straniere, gli impianti balneari, gli impianti di controllo degli acquedotti, le strutture ospedaliere e gli ambulatori.
Pubblicato il: 11.08.2001
" Fonte: » da Valona, Elidon Lamani » Osservatorio sui Balcani;

Ultime notizie

Bambini: “chi non produce è inutile”

25 Giugno 2019
È necessario contrastare l’idea che chi non produce è inutile per la società. A cominciare dai bambini costretti ad essere “economicamente attivi”. (Alessandro Graziadei)

Cocktail artico… al veleno

24 Giugno 2019
Le inquietanti conseguenze dello scioglimento dei ghiacci. (Anna Molinari)

La seconda vita dei libri, nelle mani dei senza dimora

23 Giugno 2019
I volontari della Ronda della carità distribuiscono (oltre a panini e bevande) fumetti, romanzi e riviste. 

Niente sta scritto vince Il Premio Cinema degli Italian Paralympic Awards

22 Giugno 2019
Il documentario Niente sta scritto riceve il Premio Cinema agli Italian Paralympic Awards 2019, gli “Oscar” dello sport paralimpico. (Raffaella Bonora)

La donna che combatte i matrimoni precoci

21 Giugno 2019
Povertà, matrimoni precoci e abbandono scolastico sono tre componenti dello stesso circolo vizioso. È contro un tale flagello che si batte da oltre 15 anni Theresa Kachindamoto, una donna...