A Marrakesh per riparlare di ambiente

Stampa

© Oneworld - clima

Dal 29 ottobre al 9 novembre i rappresentanti di 180 nazioni si incontrano a Marrakesh, in Marocco, per stilare gli ultimi dettagli del protocollo di Kyoto, che è stato salvato in extremis nell'incontro tenutosi lo scorso luglio a Bonn. L'obiettivo è ancora quello di ridurre, entro il 2012, le emissioni di anidride carbonica - responsabile dell'effetto serra - del 5,2 per cento rispetto ai livelli del 1990. Una delle questioni chiave a Marrakech sarà l'accordo su come le nazioni giustificheranno, riferiranno e verificheranno le loro emissioni dei gas serra e gli esuberi che le foreste e il suolo assorbono. Il WWF è particolarmente interessato a far sì che la conferenza di Marrakesh respinga i tentativi dell'Australia, del Canada, della Russia e del Giappone di utilizzare le discussioni sul testo legale per riaprire un dibattito sulle parti relative alla conformità della sezione del Protocollo di Kyoto già approvato nell'ambito dell'accordo di Bonn. A questo proposito, la scorsa settimana, Olivier Deleuze, il ministro degli esteri del Belgio, che detiene la presidenza dell'Unione Europea, ha annunciato che non ci saranno ulteriori negoziazioni su quanto è già stato deciso: "Un patto è un patto", ha detto. Niente marce indietro per l'Europa, che anzi rilancia il suo ruolo di leader nella salvaguardia del clima.
Pubblicato il: 02.11.2001
" Fonte: » WWF, Rainet news scienze;
" Approfondimento: » Peacelink, Guide clima Friednd of the Earth Peacelink Eticare;

Ultime notizie

Il Premio Goldman a un difensore mapuche del territorio

22 Maggio 2019
Il premio, ritenuto una sorta di “Nobel ambientale”, è il più importante riconoscimento per chi difende i diritti dell’ambiente. (Michela Giovannini)

Hong Kong: che fine ha fatto il “Movimento degli ombrelli”?

21 Maggio 2019
Nelle scorse settimane nove leader democratici, responsabili del "Movimento degli ombrelli", sono stati giudicati colpevoli di “cospirazione”. (Alessandro Graziadei)

Lo schiaffo dell’Onu è a tutti noi

20 Maggio 2019
“Le leggi volute dal governo italiano sul tema migranti sono contrarie ai  diritti  umani”. Le Nazioni Unite strigliano l’Italia. Forse dovrebbero strigliare gli italiani. Solo...

L’inquinamento dell’acqua si misura a mercurio (ma senza termometro)

20 Maggio 2019
Oltre 280.000 mila firme raccolte per proteggere l’acqua in Argentina. (Anna Molinari)

Maestri cestai: dietro le sbarre l’arte di lavorare gli intrecci

19 Maggio 2019
Antonella Mannarino e Caterina Mirarchi da 7 anni curano un laboratorio nel carcere di Catanzaro dove si recupera un lavoro artigianale. (Giovanna Maria Fagnan)