19 giugno: giornata "prudenti sui sentieri"

Stampa

La Giornata Nazionale per la prevenzione degli incidenti in montagna, "Sicuri sul sentiero", in Trentino è stata ribattezzata “prudenti sul sentiero”. La ricorrenza promossa dal Club Alpino Italiano e dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (Cnsas) in programma domenica 19 giugno su tutto il territorio italiano, in Trentino è promossa dal Tavolo della Montagna.

Continuare ad attuare un'azione congiunta e continuativa nel tempo sulla prevenzione degli incidenti in montagna è un obiettivo che si è posto il Tavolo della Montagna attorno al quale operano il Soccorso Alpino Trentino , Accademia della Montagna, il Collegio delle Guide Alpine, la SAT e l'Associazione dei Rifugi del Trentino, con un'iniziativa congiunta nata nel 2014 e che continua anche quest'anno alla vigilia dell'inizio della stagione estiva. Il "mondo" della montagna trentina fa quadrato e assieme realizza un'attività che possa contribuire alla prevenzione degli incidenti in montagna. Pubblica e distribuisce una semplice guida alle escursioni, scritta in italiano, tedesco ed inglese, che in 10 punti riassume le regole più importanti da conoscere per affrontare la montagna fatta di scalate verticali, ma anche di semplici escursioni per malghe e passeggiate nelle località turistiche trentine. La si può trovare presso le Apt , presso gli uffici delle Guide Alpine , presso la Sat,presso i rifugi che l'hanno chiesta.

Lavorare assieme per una fruizione consapevole del territorio, non solo per salvare la vita delle persone, ma anche per salvare la vita ambientale della montagna e quindi della flora e della fauna valorizzando le tradizioni alpinistiche trentine vecchie di più di 150 anni. Poche regole utili ed intelligenti possono salvare una vita, questo lo slogan della guida alle escursioni per informare gli escursionisti su alcuni comportamenti che se non seguiti potrebbero rivelarsi fatali. Preparare con cura il proprio itinerario, consultare i bollettini meteorologici, fino a non esitare a rientrare quando le cose si mettono male, sono la base di ogni escursione prudente. Consigli forse banali, ma certamente preziosi che non sempre vengono rispettati. Ogni anno sono circa 1000 gli interventi di soccorso effettuati dal Soccorso alpino trentino, la maggioranza interessa gli escursionisti e turisti, piuttosto che gli alpinisti impegnati in parete.

Alla luce dei profondi cambiamenti sociali in atto, a cominciare dalla "rivoluzione" che il web sta creando nelle dinamiche di comunicazione e di fronte alle trasformazioni sociali in atto, per essere realmente efficaci in un'azione di prevenzione degli infortuni, bisogna agire in maniera solidale e con azioni congiunte. Azioni mirate ad aumentare il grado di consapevolezza e di conoscenza dell'ospite e del locale, che a vario titolo, frequentano il territorio alpino trentino. Vivere la montagna in libertà, ma nello stesso tempo con responsabilità, esercitando buone pratiche, può essere un vantaggio per tutti, ospiti ed operatori del settore turistico.

Un ruolo fondamentale in questa iniziativa viene svolto anche da chi presidia la montagna, in primis dai rifugi e loro gestori, ma anche dalle Guide Alpine, dalle sezioni e soci SAT, dai soccorritori CNSAS, operatori sanitari, “gli angeli della montagna” che oltre al tradizionale numero di emergenza 118, quest'estate sono raggiungibili anche con il numero di emergenza europea 112. Domenica 19 giugno il Tavolo della Montagna celebrerà la giornata della prevenzione “Prudenti in montagna” presso il Rifugio Treviso Pale di San Martino (m. 1.630) con un'escursione ed un'esercitazione di soccorso in parete e su ferrata, ma sono diverse le escursioni e i corsi programmati in quel giorno dalle sezioni Sat che distribuiranno “la guida alle escursioni”.

Da Accademiamontagna.tn.it 

Ultime notizie

L'Algeria e la meglio gioventù

19 Aprile 2019
In Algeria è caduta la prima B (dal nome dell’ex presidente Bouteflika), la gente si aspetta il ritiro delle altre due B che hanno segnato il potere degli ultimi 20 anni. (Ferrccio Bellcini)

Ce li stiamo mangiando tutti!

18 Aprile 2019
Oggi la “megafauna” della Terra, se si escludono alcune balene che non se la passano sempre benissimo, sta letteralmente scomparendo. Come mai? (Alessandro Graziadei)

Una scuola per la sostenibilità ambientale creativa

18 Aprile 2019
Negli ultimi anni all'Itet Fontana si è fatto un grosso lavoro di analisi sui programmi delle diverse discipline insegnate per individuare dove poter dare spazio alla sostenibilità ambientale, coll...

Una chiamata alla coscienza ambientale

17 Aprile 2019
Nessuno si dimenticherà dei tragici giorni di fine ottobre 2018, quando la catastrofe si abbatté sul Trentino e su tutto il Nord-Est italiano. (Paolo Poda)

Quel che “Vaia” ci insegna *

17 Aprile 2019
La tempesta di acqua e vento che nell'ottobre scorso ha spazzato via 41.491 ettari di bosco ci parla del cambiamento climatico e della nostra insostenibilità. Di un clima sempre più segnato da even...