XV Festival della gioventù e degli studenti

Stampa

© XV Festival della gioventù e degli studenti

Si svolge ad Algeri dal 08 al 16 agosto il "XV Festival della gioventù e degli studenti e sono circa 14.000 i giovani che, provenienti da 112 paesi, vi prenderanno parte. Per il giorno dell'apertura del Festival, decine di migliaia di manifestanti della Cabilia hanno tentato di raggiungere la capitale per una marcia di protesta organizzata dal "coordinamento delle tribù di Cabilia", ma le autorità algerine hanno proibito la manifestazione. I reparti antisommossa hanno completamente isolato con un imponente cordone di sicurezza il quartiere olimpico, in particolare la zona attorno allo "stadio del 5 luglio" sede del Festival. "Non è normale che ci sia un festival folkloristico nel momento in cui il potere uccide i suoi figli, li emargina e li getta nella strada. Esiste una contraddizione lampante tra lo spirito del festival, orientato verso la fratellanza e la pace, e la reale situazione del paese. Da noi non c'è nessuna fratellanza e nessuna pace", queste le provocatorie parole di un esponente del comitato organizzatore della manifestazione di protesta. L'operazione della polizia ha creato forti tensioni tra le migliaia di manifestanti bloccati, che hanno dato vita a sit-in di protesta.
Pubblicato il: 13.08.2001
" Fonte: » XV Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti, Asaka Italia, Warnews ;

Ultime notizie

L’inquinamento dell’acqua si misura a mercurio (ma senza termometro)

20 Maggio 2019
Oltre 280.000 mila firme raccolte per proteggere l’acqua in Argentina. (Anna Molinari)

Maestri cestai: dietro le sbarre l’arte di lavorare gli intrecci

19 Maggio 2019
Antonella Mannarino e Caterina Mirarchi da 7 anni curano un laboratorio nel carcere di Catanzaro dove si recupera un lavoro artigianale. (Giovanna Maria Fagnan)

Sandokan e i migranti della Malesia

18 Maggio 2019
L'immigrazione pone sfide che tanti Paesi si trovano a dover affrontare; in Europa siamo molto concentrati a guardare il nostro ombelico, ma cosa succede altrove? (Novella Benedetti)

In Messico è altolà ai narcos

17 Maggio 2019
Il neo presidente del Messico lavora per una riduzione della violenza dei narcotrafficanti. (Miriam Rossi)

Le nostre “eco-colpe” non sono compensabili!

16 Maggio 2019
Termini come “eco-friendly” o “green” incoraggiano l’idea che esistano oggetti e comportamenti “buoni” per l’ambiente. Ma non è sempre così… (Alessandro Graziadei)