Traversine e traffico d'armi

Stampa

© Greenpeace - Greenpeace manifesta davanti al Ministero

Greenpeace Italia ha consegnato il 7 novembre scorso al ministro per le Infrastrutture un rapporto in cui si evidenzia come le Ferrovie dello Stato abbiano acquistato il legname per traverse, armamenti e altro materiale in Azobe' (un legno molto resistente che in gran parte proviene dalla Liberia) dalla Tecnoalp srl, che a sua volta si rifornisce dalla compagnia asiatica OTC (Oriental Timber Company). Come indicato dal rapporto del comitato degli esperti del Consiglio di Sicurezza dell'ONU, la OTC svolge un ruolo essenziale nella guerra civile in Sierra Leone, fornendo strutture e mezzi per il traffico di armi, impiegando i camion e le strade delle compagnie del legno per rifornire di armi la fazione armata della Sierra Leone Revolutionary United Front (RUF). Il rapporto indica il direttore della OTC, l'olandese Gus Van Kouwenhoven, come "responsabile per gli aspetti logistici di molti degli accordi sul traffico di armi tra Liberia e Sierra Leone". Proprio quando si faceva più forte il coinvolgimento del settore del legno con il traffico di armi e con la guerra civile, l'Italia moltiplicava per 25 volte le proprie importazioni di tronchi da questo paese.
Pubblicato il: 13.11.2001
" Fonte: » Greenpeace Italia, Peacelink notizie, OTC, Consiglio di sicurezza dell'ONU ;

Ultime notizie

Spazio al bosco, e le specie spariscono

23 Settembre 2019
Che l’uomo intervenga o si assenti, per la sopravvivenza dell’ecosistema avrà sempre una responsabilità. (Anna Molinari)

Giornata del dono, coinvolti centinaia di studenti

22 Settembre 2019
Sono 80 gli istituti scolastici che hanno aderito al progetto #DonoDay2019, realizzato in collaborazione con il Miur. 

Abbiamo solo 11 anni per salvare la nostra specie

21 Settembre 2019
Ci avviciniamo al prossimo evento, venerdì 27 settembre, organizzato dai giovani dei "Fridays for Future”. (Lia Curcio)

La guerra nel nome della pace

20 Settembre 2019
Attorno ad Idlib continuano i combattimenti, la fuga dei cittadini, le morti, le distruzioni. Il ruolo della Turchia è sempre più ambiguo, nei suoi giochi anti-curdi tra Mosca, Washington e Damasco...

Presidenziali in Tunisia: vincono astensione e populismo anti-casta

20 Settembre 2019
Al ballottaggio per eleggere il nuovo presidente tunisino si affronteranno due candidati controversi e fuori dagli schemi tradizionali. (Ferruccio Bellicini