Tratta, le ong: ai mondiali in Russia anche le "schiave" nigeriane

Stampa

Foto: Spb24.it

Il traffico della prostituzione, che coinvolge migliaia di donne nigeriane nel mondo, raggiungera' anche la Coppa di calcio in Russia, dal momento che Mosca ha eliminato l'obbligo di visto di ingresso nel paese per gli stranieri. A denunciarlo, attivisti e difensori dei diritti umani di entrambi Paesi.

Dal 14 giugno al 15 luglio prossimi, nel corso dei Mondiali, ai tifosi verrà infatti permesso di superare le frontiere esibendo semplicemente i biglietti di partecipazione alla manifestazione sportiva. Una semplificazione che costituirà "un vero e proprio regalo per i trafficanti", ha detto Julia Siluyanova, membro di Alternativa, un'associazione anti-tratta russa.  Un fenomeno peraltro non nuovo: anche durante la Confederations Cup dello scorso anno almeno 30 donne di nazionalità nigeriana sono state portate in Russia, come ha spiegato ancora Siluyanova. 

Anche le ong nigeriane anti-tratta hanno denunciato il fenomeno, a partire dalle informazioni diffuse dall'intelligence locale, secondo cui varie organizzazioni criminali avrebbero già iniziato a muoversi per trovare le ragazze - spesso anche adolescenti - e trovare il modo di portarle all'estero, dove saranno poi costrette a prostituirsi.

Il dramma delle "schiave del sesso" riguarda anche i Paesi europei: in Italia, secondo dati dell'Oim, l'Organizzazione internazionale per le Migrazioni, il numero delle nigeriane arrivare illegalmente è aumentato in modo significativo dal 2014 al 2016, passando da 1.500 a 11 mila. Di queste, almeno quattro su cinque sono sfruttate sessualmente

Da Redattoresociale.it

Ultime notizie

I rifugi come palestra di cambiamento

23 Giugno 2018
Fortemente voluta dall'Accademia della Montagna, il 24 giugno si celebra la terza edizione della Giornata Europea della montagna. Ecco tutte le novità. (Novella Benedetti)

Ecuador: progetto “sognando per il cambio”

22 Giugno 2018
Quando i destini di bambini e volontari s’incontrano e creano un legame incorruttibile. (Marco Grisenti)

Caritas Libano: qui sì è difficile il peso dell’accoglienza

21 Giugno 2018
I vescovi maroniti invocano un ritorno sicuro e dignitoso dei rifugiati. Ma mancano le garanzie di pace e sicurezza. P. Karam: la comunità internazionale deve promuovere un processo di pace in Siri...

#laRAIchevorrei: innovazione, sostenibilità e crisi dimenticate

21 Giugno 2018
Tra le polemiche che ruotano intorno al Governo Lega-M5s si affacciano anche quelle legate alle nomine in seno alla RAI. (Anna Toro)

Nuovi legami tra Russia, Cina e Medio Oriente

20 Giugno 2018
Più che rientrare a far parte del G8, la Russia sembra interessata a consolidare i rapporti con la Cina. La sempre maggiore influenza di queste due potenze nello scacchiere mediorientale, inoltre,...