Sfida della guerriglia in Colombia

Stampa

3 cittadini americani finiscono nelle mani delle Farc. Agenti Cia missing in action? O semplici funzionari, come commenta il dipartimento di stato americano. Di certo un grosso guaio per la Colombia. I guerriglieri marxisti delle Farc puntano in alto, richiedono per riscatto : "la fine delle operazioni militari e il sorvolo dei loro territori". Immediato il no congiunto di Alvaro Uribe e George Bush, che considerano Farc e Al Qaeda alla stessa stregua. La risposta di Washigton è tutta nei 150 militari che invierà prossimamente nello stato sudamericano, mentre Bogotà ha spedito 2500 soldati a setacciare la giungla di Caquetà. Ma la manovra degli Stati Uniti non è così semplice: occorre il sì del senato (che oggi manca) per consentire a truppe straniere il passaggio in territorio colombiano, in caso contrario bisogna interpellare il Consiglio di Stato". E a Bogotà divampa la polemica. L'impegno militare americano in Colombia è già di discreta portata, 400 uomini più finanziamenti pari a 3 miliardi di dollari, il nuovo reparto porterebbe a un nuovo Vietnam, come sostiene il quotidano El Tiempo. Eppure il Plan Colombia non ha chiuso i conti con il narcotraffico e i combattimenti tra ribelli, gruppi paramilitari e l'esercito regorale. Solo ieri 9 persone sono rimaste uccise nella ricca regione di Arauna, altre otto sono state rapite e non si sa nemmeno da chi. Proprio nel triste anniversario del rapimento di Ingrid Betancourt, la Giovanna d'Arco colombiana, il Paese si avvicina al 40esimo anno di guerra civile.

Ultime notizie

Mali, cibo per un anno per 1.200 persone

15 Febbraio 2019
Grazie a un’iniziativa di cooperazione di Ipsia del Trentino, un convoglio umanitario ha raggiunto una zona del Paese colpita da una grave carestia. (Fabio Pipinato

Brasile: alla polizia licenza di uccidere

14 Febbraio 2019
Lo ha detto fin dal primo giorno, carta bianca alla polizia, carta bianca per uccidere. Non ce n’era bisogno, basta leggere i dati ufficiali divulgati dalle agenzie internazionali e dallo stesso go...

Le diseguaglianze crescono: perché?

14 Febbraio 2019
Le ragioni di questo gravissimo fenomeno sono complesse e molteplici, ma forse si può fare un po’ di chiarezza (Marco Grisenti).

Contro la desertificazione? Un deserto di iniziative!

13 Febbraio 2019
La desertificazione colpisce l’8% del territorio dell’Unione europea, in particolare l’Europa meridionale, orientale e adesso anche quella centrale. Che fare? Nulla! (Alessandro Graziadei)

Libano sorpresa per Usa e Israele, nuovo governo targato Hezbollah

13 Febbraio 2019
Libano, dopo nove mesi di trattative. Il premier Saad Hariri guiderà un esecutivo di unità nazionale formato da trenta ministri e, di fatto, controllato dal movimento sciita alleato di Siria e Iran...