Sfida Microcredito e il ruolo delle ONG

Stampa

Immagine

Fare il punto sulla campagna per raggiungere col "microcredito" 100 milioni di famiglie povere in tutto il mondo. È l'obiettivo della conferenza internazionale "Microcredit Summit + 5" che si è aperta a New York. Tremila i delegati, riuniti nell'assise newyorkese, provenienti da 140 Paesi. La rete della microfinanza in questi anni è cresciuta a oltre 1500 organismi che raggiungono con microprestiti quasi 31 milioni di persone. Secondo "Microfinanza" il portafoglio complessivo di attività delle istituzioni di microcredito nel mondo supera i 3 miliardi di dollari. Una cifra ben lontana dai 21 miliardi di dollari per raggiungere i 100 milioni di destinatari decisi nel 1997. Molte delle istituzioni di microfinanza sono ancora piccole, scrivono Gibbons e Meehan, e le risorse finanziarie per crescere scarseggiano, nonostante il coinvolgimento di organizzazioni come la Banca Mondiale. L'Italia sta dando un contributo ancora troppo modesto: considerando sia le organizzazioni specializzate che le ONG, il valore delle risorse impiegate è di poco superiore ai 3 milioni di dollari, un millesimo del totale attuale. In Italia continua il dibattito sul ruolo delle ONG. Il sottosegretario del MAE con delega alla cooperazione Alfredo Mantica esordisce in un'intervista dicendo che "queste ONG sono troppe e dovremmo averne al massimo un'ottantina" continuando poi a spiegare le linee programmatiche del governo. Sempre sulle ONG c'è l'intervento di un gruppo anonimo "Oldfriends Refugees" che scrivono una lettera a Milena Gabbianelli, direttrice della trasmissione Report, e un documento-denuncia che vuole essere un grido di dolore al mondo della cooperazione.
Pubblicato il: 11.11.2002
" Fonte: » Misna, Solidarietà Internazionale , Microfinanza, Report;
" Aapprofondimento: » Quel microcredito così commerciale.., Ass. Finanza Etica, La povertà arricchisce le ONG, Rivista Valori;

Ultime notizie

Terra di confine

16 Settembre 2019
Prosegue il mio viaggio nel "cratere" del Centro Italia. (Matthias Canapini)

Leah, la Greta d’Africa che sciopera da otto mesi in Uganda

15 Settembre 2019
C’è una ragazzina combattiva e determinata come Greta anche in Africa. Si chiama Namugerwa Leah, ha 15 anni e vive in Uganda. (Jacopo Storni)

Europa e Tunisia: un rapporto di buon vicinato?

14 Settembre 2019
Da tempo si discute di un accordo di libero scambio tra la UE e il Paese africano. Ma tra il dire e il fare c’è anche di mezzo l’olio… (Ferruccio Bellicini

Flat tax, disuguaglianze e le tasse dei futuri governi

13 Settembre 2019
Il cambiamento sociale dipende dalla distribuzione della ricchezza: le tasse vanno diminuite ai lavoratori e aumentate ai più ricchi.  Un pezzo di Salvatore Morelli, economista e membro d...

Analisi di un “disastro ambientale”

13 Settembre 2019
Quando si parla di “disastro ambientale” ci si riferisce spesso ad una calamità naturale. Tuttavia questo termine, se usato impropriamente, può generare confusione. (Lucia Michelini)