Senegal: contro le mutilazioni femminili

Stampa

Il governo di Dakar ha dato il via ad una serie di iniziative mirata a far scomparire dal Senegal la pratica della mutilazione genitale femminile (Fgm) . Secondo quanto riportato dalla stampa dell'ex colonia francese, il "Piano d'azione nazionale" contro l'Fgm, dichiarata fuori legge nel 1999, sarà portato avanti dal ministero della famiglia e della prima infanzia e sarà attuato attraverso le scuole e i mass-media. Per far scomparire l'escissione e gli altri tipi di Fgm, ha rilevato il ministro della famiglia Awa Gueye Kebé in una conferenza stampa tenuta a Dakar, "servono un'imponente opera di sensibilizzazione e un grande tatto" a causa degli aspetti "culturali e religiosi" legati a questa tradizione. Il Piano d'azione, ha poi precisato la signora Gueye Kebé, avrà durata triennale e costerà, secondo il preventivo, circa 3 milioni di euro. Secondo le statistiche diffuse dal governo, è stato sottoposto ad Fgm tra il 60 e il 70 per cento delle senegalesi residenti nelle zone di Kolda (sud) e Tambacounda (sudest). Nell'ottobre scorso ad Algeri si svolse un dibattito internazionale sulla violenza contro le donne, da cui emerse che sono 130 milioni le vittime dell'escissione e dell'infibulazione in almeno 30 Paesi africani.
Pubblicato il: 29.01.2002
" Fonte: » Misna, Femmis;
" Approfondimento: » Unicef, Amnesty International;

Ultime notizie

Elezioni in Tunisia: un presidente post ideologico

16 Ottobre 2019
Sono molte le incognite scaturite dal voto per l’Assemblea legislativa e per il presidente. (Ferruccio Bellicini)

Commissione Europea, una partenza in salita

15 Ottobre 2019
Tre commissari non hanno superato l’esame del Parlamento Europeo: ragioni e conseguenze. (Matteo Angeli)

Il principe assassino di Khashoggi a rischio regno ricatta col petrolio

14 Ottobre 2019
Trump impone il silenzio, un anno dopo non c’è giustizia per Khashoggi, il giornalista saudita assassinato e fatto a pezzi nel consolato dell’Arabia Saudita a Istanbul. Guerra del golfo a perdere p...

Il Senegal ha sete

14 Ottobre 2019
La crisi idrica causata da un ritardo della stagione delle piogge e le anomalie della produzione di biomassa mettono in ginocchio il nord del Paese africano. (Lucia Michelini)

Pescara: dalla periferia nasce una nuova mappa del bene comune

13 Ottobre 2019
Al via cinque progetti realizzati da reti di associazioni con il supporto del Csv locale.