Se Italia vuol dire Impregilo

Stampa

La Impregilo S.p.a, controllata da Gemina e dal gruppo FIAT attualmente guidata dal giovane Piergiorgio Romiti, oltre a essere la prima società di costruzioni italiana, opera in numerosi paesi nel mondo raggiungendo un fatturato annuo (2000) di 4000 miliardi. Dall'America latina all'Africa e al Medio Oriente, alla società sono imputati una lunga serie di disastri socio-ambientali, violazioni dei diritti umani, stragi, massacri e scandali legati al colosso delle costruzioni; già in Italia è stata coinvolta in alcune inchieste su mafia e appalti pubblici. In Colombia Impregilio è impegnata nella costruzione del "tunnel de occidente", in Guatemala con il progetto di Chixoy, in Nigeria nella ricostruzione di una diga, fino al Nepal, Lesotho, Brasile e Argentina. Intanto la Campagna per la Riforma della Banca Mondiale ricorda che "più di 3 milioni di persone sono costrette a sfollare per le politiche della Banca Mondiale. Lo stesso Parlamento italiano dovrà decidere entro l'anno prossimo se finanziare un contributo di 8 miliardi di dollari in 3 anni e 13 miliardi alla BM". La Campagna ha commentato negativamente la nuova bozza della politica sul reinsediamento della BM, proponendo un riorientamento della IDA (International Development Association).
Pubblicato il: 16.10.2001
" Fonte: » Guerra & Pace, Kontrokultura;

Ultime notizie

Countdown to extincion

17 Settembre 2019
Dieci anni fa le multinazionali aderenti al “Consumer Goods Forum” (CGF) si erano impegnate a fermare la deforestazione. Secondo Greenpeace non lo hanno fatto! (Alessandro Graziadei)

Terra di confine

16 Settembre 2019
Prosegue il mio viaggio nel "cratere" del Centro Italia. (Matthias Canapini)

Leah, la Greta d’Africa che sciopera da otto mesi in Uganda

15 Settembre 2019
C’è una ragazzina combattiva e determinata come Greta anche in Africa. Si chiama Namugerwa Leah, ha 15 anni e vive in Uganda. (Jacopo Storni)

Europa e Tunisia: un rapporto di buon vicinato?

14 Settembre 2019
Da tempo si discute di un accordo di libero scambio tra la UE e il Paese africano. Ma tra il dire e il fare c’è anche di mezzo l’olio… (Ferruccio Bellicini

Flat tax, disuguaglianze e le tasse dei futuri governi

13 Settembre 2019
Il cambiamento sociale dipende dalla distribuzione della ricchezza: le tasse vanno diminuite ai lavoratori e aumentate ai più ricchi.  Un pezzo di Salvatore Morelli, economista e membro d...