No alla Bossi-Fini e stop USA alla Robinson

Stampa

© Sherwood - Diritti di cittadinanza

Human Rights Watch e Amnesty International hanno espresso delusione dopo aver appreso la notizia che Mary Robinson non continuerà a presiedere l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Diritti Umani (UNHCHR). L'organizzazione accusa gli USA per essersi opposti ad un suo secondo mandato in seguito alle critiche ai commenti dopo la Conferenza di Durban sul razzismo e i prigionieri afgani di Guantanamo. Anche la politica sull'immigrazione italiana è molto criticata e mentre sullo sbarco in Sicilia di 950 profughi kurdi irakeni il governo simula la rissa tra falchi e colombe (ma prepara un inaudito "stato di emergenza" accanto alla brutale legge Bossi-Fini), l'associazione Azad, oltre a dare qualche dettaglio sullo sbarco di ieri, racconta la storia di un mancato "esodo alla rovescia". Anche per le Acli la repressione del governo non risolve il problema dell'immigrazione, e quindi chiedono al governo l'immediata adozione di tre misure urgenti. E' ripresa la discussione del ddl Bossi-Fini, che già passato alla Camera, ha visto delle modifiche al Testo Unico sull'immigrazione cancellando di fatto il diritto di asilo anche con tagli al Programma Nazionale Asilo. Il perno fondamentale su cui si basa il ddl 795 sono i centri di detenzione mentre i centri di accoglienza, che non hanno più senso di esistere, vengono trasformati in centri di permanenza temporanei. Intanto l'ICS esprime la propria solidarietà e accoglienza agli immigrati e ai profughi sbarcati in Sicilia; sono persone che fuggono dalle guerre, da situazione di violazioni dei diritti umani, da condizioni di povertà assoluta.
Pubblicato il: 19.03.2002
" Fonte: » Amnesty.it, Congislio Italiano Rifugiati, Nonluoghi, Acli, Sherwood, Meltingpot, Consorzio Italiano Solidarietà;
" Approfondimento: » Newroz con il popolo Kurdo - 23/3;

Ultime notizie

Buone notizie: il primo stop al glifosate arriva dall’Austria

21 Luglio 2019
Una buona notizia per la salute nostra e dell’ambiente è arrivata nei giorni scorsi dall’Austria.

Italia: persiste tra uomo e donna un gap enorme

20 Luglio 2019
Occupazione, politiche per le famiglie e pari opportunità sono fattori che s’intrecciano con le disparità di genere. (Lia Curcio)

Plastica: siamo più consapevoli del problema, ma…

19 Luglio 2019
Siamo più consapevoli dei problemi legati all'inquinamento da plastica, ma solo ora iniziamo a prendere in considerazione le possibili soluzioni. (Alessandro Graziadei)

Aree protette, una ricchezza per l’Europa

18 Luglio 2019
Giovani, comunità e natura: è qui il futuro dell’Europa. (Anna Molinari)

Balcani occidentali, la libertà dei media continua a deteriorarsi

18 Luglio 2019
I giornalisti investigativi dei Balcani occidentali hanno espresso il proprio malcontento nei confronti del sistema giudiziario nei rispettivi paesi. Le loro esperienze con giudici e pubblici minis...