No agli esperimenti didattici sugli animali

Stampa

© Novivisezione

Alcune associazioni scientifiche ed animaliste hanno intrapreso, a partire dal settembre 1998, iniziative per ottenere l'abolizione della sperimentazione didattica a livello locale; ciò è stato fatto per un duplice scopo: salvare la vita di centinaia di animali e creare le basi per una eventuale abolizione totale di questo tipo di esperimenti su tutto il territorio nazionale. Ora il senatore Bucciero ha presentato un'interrogazione parlamentare per chiedere al Ministero dell'Istruzione dell'Universita' e della Ricerca Scientifica, al Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e al Ministero della Salute di emanare una circolare che chiarisca alle Universita' che non e' ammesso l'uso di animali uccisi o fatti ammalare appositamente per l'esercitazione di laboratorio degli studenti (laboratori didattici, non di ricerca). Le associzioni animaliste chiedono ai cittadini di scrivere al Ministero dell'Universita' e al Presidente del Consiglio, per chiedere che l'interrogazione abbia risposta positiva quanto prima. Chi invece è contrario anche all'uso alimentare degli animali, si darà appuntamento ad Edimburgo dove, dall'8 al 14 luglio si terrà il 35esimo Congresso Mondiale Vegetariano. Il tema scelto quest'anno è più che mai di scottante attualita': cibo per tutti per il nostro futuro.
Pubblicato il: 03.07.2002 " Fonte: » Novivisezione, The Vegetarian Society ;
" Azione: » Per eliminare l'uso di animali nella didattica! " Approfondimento: » Lav, Associazione vegetariana italiana

Ultime notizie

Spazio al bosco, e le specie spariscono

23 Settembre 2019
Che l’uomo intervenga o si assenti, per la sopravvivenza dell’ecosistema avrà sempre una responsabilità. (Anna Molinari)

Giornata del dono, coinvolti centinaia di studenti

22 Settembre 2019
Sono 80 gli istituti scolastici che hanno aderito al progetto #DonoDay2019, realizzato in collaborazione con il Miur. 

Abbiamo solo 11 anni per salvare la nostra specie

21 Settembre 2019
Ci avviciniamo al prossimo evento, venerdì 27 settembre, organizzato dai giovani dei "Fridays for Future”. (Lia Curcio)

La guerra nel nome della pace

20 Settembre 2019
Attorno ad Idlib continuano i combattimenti, la fuga dei cittadini, le morti, le distruzioni. Il ruolo della Turchia è sempre più ambiguo, nei suoi giochi anti-curdi tra Mosca, Washington e Damasco...

Presidenziali in Tunisia: vincono astensione e populismo anti-casta

20 Settembre 2019
Al ballottaggio per eleggere il nuovo presidente tunisino si affronteranno due candidati controversi e fuori dagli schemi tradizionali. (Ferruccio Bellicini