Natale a Nairobi, tra pubblicità e povertà

Stampa

© Oneworld - bambina

Il 'business' natalizio in Africa è surreale. Nairobi è in piena estate ed è tappezzata di grandi tabelloni pubblicitari che raffigurano personaggi sorridenti, in tenuta natalizia, con boccali di birra e stelle filanti. Mentre i ricchi borghesi, bianchi e neri, affollano i supermercati per acquistare regali d'ogni genere, i poveri a fatica sbarcano il lunario. Intanto negli USA le dimostrazioni di Adbusters, movimento sociale americano, hanno attirato l'attenzione del Dipartimento della Difesa federale e una visita di un agente. La risposta dell'organizzazione è stata di attivare la "rat line" che vuole raccogliere i racconti di campagne di marketing sociale o azioni di protesta che sono state sopresse. Lo scorso novembre, dopo 5 anni di pressione, i genitori e gli insegnanti del complesso di 100 scuole "Seattle School Board ", hanno votato la limitazione della pubblicità nella scuola, eliminando il programma discutibile di annuncio pubblicitario su "Channel One" e le pubblicità sui distributori automatici.
Pubblicato il: 24.12.2001
" Fonte: » Misna, Adbusters, No Logo;

Ultime notizie

Cocktail artico… al veleno

24 Giugno 2019
Le inquietanti conseguenze dello scioglimento dei ghiacci. (Anna Molinari)

La seconda vita dei libri, nelle mani dei senza dimora

23 Giugno 2019
I volontari della Ronda della carità distribuiscono (oltre a panini e bevande) fumetti, romanzi e riviste. 

Niente sta scritto vince Il Premio Cinema degli Italian Paralympic Awards

22 Giugno 2019
Il documentario Niente sta scritto riceve il Premio Cinema agli Italian Paralympic Awards 2019, gli “Oscar” dello sport paralimpico. (Raffaella Bonora)

L’Africa sempre più dimenticata

21 Giugno 2019
Gli ultimi dati sull’informazione che danno i telegiornali italiani sul Sud del mondo sono sconfortanti. Ma gli utenti possono fare qualcosa. (Piergiorgio Cattani)

Brasile in piazza contro Bolsonaro e poi il ‘Moro della vergogna’

21 Giugno 2019
Primo sciopero da quando Bolsonaro è Presidente, contro l’aumento dell’età pensionabile e contro l’economia che non riparte. E poi lo scandalo di Sergio Moro, ‘il Moro della vergogna’, giudice a ma...