Natale a Nairobi, tra pubblicità e povertà

Stampa

© Oneworld - bambina

Il 'business' natalizio in Africa è surreale. Nairobi è in piena estate ed è tappezzata di grandi tabelloni pubblicitari che raffigurano personaggi sorridenti, in tenuta natalizia, con boccali di birra e stelle filanti. Mentre i ricchi borghesi, bianchi e neri, affollano i supermercati per acquistare regali d'ogni genere, i poveri a fatica sbarcano il lunario. Intanto negli USA le dimostrazioni di Adbusters, movimento sociale americano, hanno attirato l'attenzione del Dipartimento della Difesa federale e una visita di un agente. La risposta dell'organizzazione è stata di attivare la "rat line" che vuole raccogliere i racconti di campagne di marketing sociale o azioni di protesta che sono state sopresse. Lo scorso novembre, dopo 5 anni di pressione, i genitori e gli insegnanti del complesso di 100 scuole "Seattle School Board ", hanno votato la limitazione della pubblicità nella scuola, eliminando il programma discutibile di annuncio pubblicitario su "Channel One" e le pubblicità sui distributori automatici.
Pubblicato il: 24.12.2001
" Fonte: » Misna, Adbusters, No Logo;

Ultime notizie

Spazio al bosco, e le specie spariscono

23 Settembre 2019
Che l’uomo intervenga o si assenti, per la sopravvivenza dell’ecosistema avrà sempre una responsabilità. (Anna Molinari)

Giornata del dono, coinvolti centinaia di studenti

22 Settembre 2019
Sono 80 gli istituti scolastici che hanno aderito al progetto #DonoDay2019, realizzato in collaborazione con il Miur. 

Abbiamo solo 11 anni per salvare la nostra specie

21 Settembre 2019
Ci avviciniamo al prossimo evento, venerdì 27 settembre, organizzato dai giovani dei "Fridays for Future”. (Lia Curcio)

La guerra nel nome della pace

20 Settembre 2019
Attorno ad Idlib continuano i combattimenti, la fuga dei cittadini, le morti, le distruzioni. Il ruolo della Turchia è sempre più ambiguo, nei suoi giochi anti-curdi tra Mosca, Washington e Damasco...

Presidenziali in Tunisia: vincono astensione e populismo anti-casta

20 Settembre 2019
Al ballottaggio per eleggere il nuovo presidente tunisino si affronteranno due candidati controversi e fuori dagli schemi tradizionali. (Ferruccio Bellicini