Mons, Belgio: Capitale della Cultura 2015

Stampa

La città di Mons, nella regione Vallonia del Belgio, ha recentemente inaugurato il suo anno come Capitale europea della Cultura, titolo conquistato dopo anni di lavoro e che per il 2015 spartisce con la città Ceca Pilsen. 

Città universitaria e sede della NATO, Mons si è molto evoluta dal periodo in cui attirava ondate di immigrati italiani destinati al lavoro in miniera. I cittadini di origine italiana costituiscono tuttora il gruppo di origine straniera più numeroso della zona; lo stesso Elio Di Rupo, attuale sindaco di Mons ed ex Primo Ministro del Belgio è  figlio di un minatore abruzzese.

La città ha messo in cantiere più di 300 eventi e 1000 attività per quest'anno. L'inaugurazione si è svolta all'insegna del tema della “meraviglia”- migliaia di mantelline argentate sono stati distribuite ai visitatori per ottenere degli effetti scenografici sfruttando la luce. All'interno della sua programmazione Mons ha suddiviso lo spazio dedicato ad artisti di fama internazionale e talenti locali. Una mostra dedicata a Van Gogh rimarrà aperta fino al 17 maggio presso il museo delle Belle Arti e  trasporterà i visitatori nella fase della vita (1878-1880) che l'artista ha trascorso nella zona del “Borinage”vicino a Mons. Van Gogh visse in questi anni a stretto contatto con le famiglie dei minatori della zona e prese la decisione di rinunciare alla sua carriera di evangelista per dedicarsi all'arte. Al poeta “maudit” Verlaine, che a Mons trascorse due duri anni in carcere, è stata dedicata una mostra sulle sue poesie e sulla sua vita, con una scelta originale di documenti esposti.

La preparazione di Mons 2015 ha visto il contributo di Archistar come Santiago Calatrava e Daniel Libeskind, i quali hanno progettato rispettivamente la stazione ferroviaria e un nuovo centro per conferenze. L'artista Belga Arne Quinze ha invece realizzato “Passenger”, un'installazione fatta di assi che si è trovata al centro di varie polemiche.  L'opera infatti, costata alla città 400.000 Euro, sarebbe dovuta durare cinque anni ed è stata invece smontata dopo poco più di un mese  a causa del cedimento di una parte della struttura. E' di pochi giorni fa la decisione della città di Mons di ricostruire l'opera a giugno. 

Nonostante alcune delle scelte artistiche e architetturali di Mons siano state l'oggetto di critiche (questo articolo di Oliver Wainwright, critico del Guardian, non usa per esempio mezze misure), con diversi nuovi edifici costruiti e un programma culturale molto intenso, sembra che la città stia cogliendo a pieno l'opportunità di rinnovamento offerta dall'iniziativa della Capitale della Cultura.

Prima di Mons, decine di città si sono guadagnate  il titolo di Capitale europea della Cultura, che in molti casi ha contribuito al loro rilancio e all'affermazione di una nuova identità, oltre ad attrarre masse di turisti. Liverpool, Capitale 2008, ha per esempio registrato un aumento di 9,7 milioni di turisti nel corso dell'anno. Un'iniziativa della Commissione europea, la Capitale della Cultura prevede che un gruppo di esperti valuti le città concorrenti e  ne dichiari una o due vincitrici ogni anno. Risale a ottobre 2014 la decisione di nominare Matera Capitale della Cultura del 2019. Il gioiello della Basilicata è la prima città del Sud Italia ad aggiudicarsi il titolo, e ha accolto la notizia con una grande festa in piazza. L'ultima città italiana a rivestire il ruolo di Capitale della Cultura è stata Genova nel 2008.

Valentina Pavarotti

Ultime notizie

Giochi olimpici e paralimpici invernali 2026: ancora cemento

30 Novembre 2022
Il mantra “Olimpiadi uguale fondi, quindi sviluppo” appare essere il classico specchietto per le allodole. (Lucia Michelini)

Diventare “green” - #Diventaregreen

29 Novembre 2022
La transizione ecologica individuale, diventare “green” è un lusso che pochi si possono permettere. (Raffaele Crocco)

Angelo Righetti: «Il desiderio di esclusione non diventi pratica di esclusione»

28 Novembre 2022
È matto perché è pericoloso ed è pericoloso perché è matto: è la grande tentazione da evitare quando si parla di salute mentale, anche decenni dopo Basaglia. (Vita)

Balene: creature fragili e misteriose

28 Novembre 2022
Di tragedie o di scoperte fondamentali per la biologia, i cetacei sono protagonisti. (Anna Molinari)

Dossier/ Iran, Afghanistan e Golfo: i diritti violati delle donne

27 Novembre 2022
Nei Paesi del Golfo Persico, in Iran e in Afghanistan le discriminazioni nei confronti delle donne sono diffuse e, in vari casi, normate. (Atlante delle guerre e dei conflitti del Mondo)