Marcia divisa contro la guerra e la NATO

Stampa

© NO WAR

La Tavola per la Pace definisce gli attacchi dell'occidente "sbagliati, illegali perché è espressamente vietata dal diritto internazionale e dalla Carta delle Nazioni Unite". L'organizzazione della Marcia Perugia-Assisi si appella affinchè l'ONU agisca con "misure politiche, diplomatiche, finanziarie e di polizia internazionale". Di simile avviso è la redazione di Guerra & Pace che ha commentato gli ultimi eventi: "Anche quest'aggressione, come quelle contro l'Iraq e contro la Jugoslavia, utilizza motivazioni "ideali" per estendere il controllo politico-economico e la presenza militare statunitense in aree di grande rilevanza strategica, ieri il Medio Oriente e i Balcani, oggi l'Asia centrale". L'invito di Guerra & Pace è di partecipare alla Marcia Perugia-Assisi rifiutando il "falso pacifismo" e aggregandosi ai gruppi del Genoa Social Forum, che giunti ad Assisi confluiranno nella piazza tematica di Santa Maria degli Angeli. Per approfondimenti viene proposto un dossier: "NATO. Il braccio armato della globalizzazione".
Pubblicato il: 09.10.2001
" Fonte: » Guerra e Pace, Altremappe, Tavoladellapace;

Ultime notizie

Plastica: siamo più consapevoli del problema, ma…

19 Luglio 2019
Siamo più consapevoli dei problemi legati all'inquinamento da plastica, ma solo ora iniziamo a prendere in considerazione le possibili soluzioni. (Alessandro Graziadei)

Aree protette, una ricchezza per l’Europa

18 Luglio 2019
Giovani, comunità e natura: è qui il futuro dell’Europa. (Anna Molinari)

Balcani occidentali, la libertà dei media continua a deteriorarsi

18 Luglio 2019
I giornalisti investigativi dei Balcani occidentali hanno espresso il proprio malcontento nei confronti del sistema giudiziario nei rispettivi paesi. Le loro esperienze con giudici e pubblici minis...

Guerra del Nilo: Egitto-Etiopia, l’acqua per vivere

17 Luglio 2019
Una gigantesca diga bloccherà gran parte delle acque del ramo “Azzurro” assetando il Paese dei faraoni. Tensione anche tra il Cairo e Gerusalemme: gli israeliani hanno venduto un sistema anti-...

Tunisia: un porto sicuro?

17 Luglio 2019
Il paese maghrebino presenta ancora numerose lacune giuridiche e organizzative per quanto riguarda i richiedenti asilo. (Ferruccio Bellicini)