Le ONG dicono no alla guerra

Stampa

© NO WAR

"Ancora una volta, prevale la logica dell'occhio per occhio, dente per dente, la logica della ritorsione, della distruzione, della soppressione di vite innocenti" commenta il COCIS. "Tante vittime innocenti, ed una risposta alla violenza affidata ai missili ed alle bombe intelligenti, non possono identificarsi come un'operazione di polizia internazionale. Di violenza, sia strutturale che attuale, si continua a morire" - comunica il CIPSI. "Gli americani e la Comunità internazionale avrebbero dovuto impegnarsi prima per migliorare le condizioni di vita della popolazione afgana. I poveri non si possono utilizzare per fine di geopolitica internazionale". La FOCSIV si dissocia dalla risposta militare che mette a repentaglio la vita di molti civili. Per questo, la FOCSIV si rivolge alla comunità internazionale affinché vengano adottate tutte le misure necessarie per garantire alla popolazione civile, ai profughi, ai rifugiati e agli otto volontari arrestati lo scorso agosto e detenuti dai talebani, la propria sicurezza e il rispetto dei diritti umani fondamentali.
Pubblicato il: 09.10.2001
" Fonte: » CIPSI, COCIS, FOCSIV;
" Approfondimento: » ONG Italiane;

Ultime notizie

Cosa resta della cooperazione internazionale?

24 Agosto 2019
L’ex governo gialloverde lascia una pesante eredità in questo campo soprattutto dando spazio a una diffusa disinformazione. (Lia Curcio)

L'Italia migliore è l'Italia che include/ 2

23 Agosto 2019
Continua il nostro viaggio sull’evoluzione/involuzione della cultura e della politica italiana sul tema dell’inclusione e dell’apertura internazionale. (Fabio Pipinato)

L'Italia migliore è l'Italia che include / 1

22 Agosto 2019
Breve storia di un patrimonio culturale e politico sulla pace, nonviolenza e cooperazione internazionale, che rischia di disperdersi. (Fabio Pipinato)

Laghestel (Trentino), la fragilità dell’uomo e della natura in dialogo

21 Agosto 2019
Un cammino dei sensi per scoprire la natura e se stessi, attraverso l’incontro (Anna Molinari)

La simbiosi tra uomo e ape: perché è necessaria?

20 Agosto 2019
Api e miele, da sempre fedeli compagni della vita dell’uomo, sono già a rischio di estinzione, e con loro il nostro ecosistema. (Marco Grisenti)