La BNL non finanzi l'oleodotto in Ecuador

Stampa

© Osservatorio Eni e Bnl

Cosa centra la Banca Nazionale del Lavoro con la Colombia e l'Ecuador? La risposta verrà data domani in decine di città in Italia quando verrà chiesto di fronte alle sedi della BNL il ritiro del finanziamento all'oleodotto OCP, "Oleoducto de Crudos Pesados". Secondo la campagna contro l'OCP, questo megaprogetto lungo più di 500 chilometri taglierà in due l'Ecuador. Mentre il Ministro dell'Ambiente ecuadoregno dà il permesso al Consorzio OCP di distruggere il bosco di Mindo, la popolazione locale sta preparando nuove iniziative. In Italia si svolgerà il prossimo 30 maggio a Roma una manifestazione nazionale in occasione dell'assemblea dei soci Eni. Dal 5 al 20 giugno sarà organizzata una commissione internazionale in Ecuador e in Colombia contro i megaprogetti petroliferi e per i diritti delle comunità locali. Intanto, la campagna sulle foreste di Greenpeace sul legno di provenienza illegale sta ottenendo importanti risultati considerato che la Fedecomlegno, la federazione italiana degli importatori di legno, si è impegnata a contrastare la piaga del legno proveniente da imprese legate al traffico di armi o a pratiche illegali di sfruttamento della foresta. In Papua Nuova Guinea alcuni operai si sono rifiutati di caricare legno sulle navi di tronchi tagliati illegalmente.
Pubblicato il: 20.05.2002
" Fonte: » Osservatorio Eni, Greenpeace, Osservatorio America Latina; " Approfondimento: » Dossier America Latina;

Ultime notizie

L'Italia migliore è l'Italia che include / 1

22 Agosto 2019
Breve storia di un patrimonio culturale e politico sulla pace, nonviolenza e cooperazione internazionale, che rischia di disperdersi. (Fabio Pipinato)

Laghestel (Trentino), la fragilità dell’uomo e della natura in dialogo

21 Agosto 2019
Un cammino dei sensi per scoprire la natura e se stessi, attraverso l’incontro (Anna Molinari)

La simbiosi tra uomo e ape: perché è necessaria?

20 Agosto 2019
Api e miele, da sempre fedeli compagni della vita dell’uomo, sono già a rischio di estinzione, e con loro il nostro ecosistema. (Marco Grisenti)

“Non può essere”

19 Agosto 2019
La repressione religiosa non è una novità in Cina, ma sta costantemente crescendo. A fare scuola il Tibet. (Alessandro Graziadei)

A Roma il murale che purifica l’aria

18 Agosto 2019
Lo street artist Iena Cruz in via del Porto Fluviale ha realizzato un dipinto utilizzando una vernice speciale che assorbe lo smog.