La BNL non finanzi l'oleodotto in Ecuador

Stampa

© Osservatorio Eni e Bnl

Cosa centra la Banca Nazionale del Lavoro con la Colombia e l'Ecuador? La risposta verrà data domani in decine di città in Italia quando verrà chiesto di fronte alle sedi della BNL il ritiro del finanziamento all'oleodotto OCP, "Oleoducto de Crudos Pesados". Secondo la campagna contro l'OCP, questo megaprogetto lungo più di 500 chilometri taglierà in due l'Ecuador. Mentre il Ministro dell'Ambiente ecuadoregno dà il permesso al Consorzio OCP di distruggere il bosco di Mindo, la popolazione locale sta preparando nuove iniziative. In Italia si svolgerà il prossimo 30 maggio a Roma una manifestazione nazionale in occasione dell'assemblea dei soci Eni. Dal 5 al 20 giugno sarà organizzata una commissione internazionale in Ecuador e in Colombia contro i megaprogetti petroliferi e per i diritti delle comunità locali. Intanto, la campagna sulle foreste di Greenpeace sul legno di provenienza illegale sta ottenendo importanti risultati considerato che la Fedecomlegno, la federazione italiana degli importatori di legno, si è impegnata a contrastare la piaga del legno proveniente da imprese legate al traffico di armi o a pratiche illegali di sfruttamento della foresta. In Papua Nuova Guinea alcuni operai si sono rifiutati di caricare legno sulle navi di tronchi tagliati illegalmente.
Pubblicato il: 20.05.2002
" Fonte: » Osservatorio Eni, Greenpeace, Osservatorio America Latina; " Approfondimento: » Dossier America Latina;

Ultime notizie

La "Cumbre Social per il Clima" lancia il Manifesto Climatico

12 Dicembre 2019
Dal 6 al 13 dicembre 2019, parallelamente alla COP25 di Madrid, si tiene la "Cumbre Social per il Clima". (Domenico Vito)

Il ruolo delle giovani donne per la giustizia climatica

11 Dicembre 2019
Ritrovarsi in una sala conferenze ad ascoltare giovani donne attiviste per il clima e uscire con le lacrime agli occhi e un nodo alla gola. (Roberto Barbiero)

Conclusa la prima settimana alla COP: pochi i passi avanti

10 Dicembre 2019
Si è chiusa la prima settimana di lavoro della Conferenza ONU sul Clima (COP25) di Madrid. (Elisa Calliari e Roberto Barbiero)

La crisi climatica è una questione di salute

10 Dicembre 2019
"Salute e clima sono questioni correlate". Questo è il messaggio principale inviato al pubblico durante il side event "Health Impacts from Climate Change and Health Opportunities fro...

Petrini: «Sì alla tecnologia se non danneggia i deboli e la Terra»

09 Dicembre 2019
La rivoluzione tecnologica attuale è figlia del lavoro e dell’intelletto dell’uomo e come tale dovrebbe anche essere per l’uomo. Ma è davvero così? Qual è il ruolo della tecnologia nella...