L'olimpo dell'hockey e i panni sporchi Nike

Stampa

© Milanohockey.com - Campagna Nike Giochi Salt Lake

Milanohockey.com lancia una campagna di pressione "Salt Lake - Just do it, NOW!", che invita a boicottare e scrivere alla federazione Italiana Sport Ghiaccio, alla IIHF e al CIO (Comitato Olimpico Internazionale) per far sì che premano su Nike, col risultato di ottenere condizioni più umane per i suoi lavoratori nel mondo. La sponsorizzazione di Nike coinvolge infatti numerose squadre di hockey, dalla Vipers Milano alla più celebre Federazione Internazionale Hockey su Ghiaccio, che anche in occasione delle prossime olimpiadi invernali di Salt Lake City vestiranno divise con il logo Nike. Intanto in Messico le maestranze della Kukdong, azienda fornitrice di Nike e Reebok, appoggiate da una rete di solidarietà internazionale e dalla Campagna hanno condotto azioni di protesta ottenendo infine un sindacato indipendente ed un primo contratto collettivo.
Pubblicato il: 20.11.2001
" Fonte: » Milanohockey.com, Nadir, Campagna Clean Clothes;
" Approfondimento: » Nikewages.org, Corpwatch about Nike, Just Stop It, Campagna Zone franche, Centro Nuovo Modello di Sviluppo, Boycott Nike, Kill a Multi;

Ultime notizie

Plastica: siamo più consapevoli del problema, ma…

19 Luglio 2019
Siamo più consapevoli dei problemi legati all'inquinamento da plastica, ma solo ora iniziamo a prendere in considerazione le possibili soluzioni. (Alessandro Graziadei)

Aree protette, una ricchezza per l’Europa

18 Luglio 2019
Giovani, comunità e natura: è qui il futuro dell’Europa. (Anna Molinari)

Balcani occidentali, la libertà dei media continua a deteriorarsi

18 Luglio 2019
I giornalisti investigativi dei Balcani occidentali hanno espresso il proprio malcontento nei confronti del sistema giudiziario nei rispettivi paesi. Le loro esperienze con giudici e pubblici minis...

Guerra del Nilo: Egitto-Etiopia, l’acqua per vivere

17 Luglio 2019
Una gigantesca diga bloccherà gran parte delle acque del ramo “Azzurro” assetando il Paese dei faraoni. Tensione anche tra il Cairo e Gerusalemme: gli israeliani hanno venduto un sistema anti-...

Tunisia: un porto sicuro?

17 Luglio 2019
Il paese maghrebino presenta ancora numerose lacune giuridiche e organizzative per quanto riguarda i richiedenti asilo. (Ferruccio Bellicini)