L'inquinamento di Porto Marghera

Stampa

© Greenpeace

"Un giorno infausto per l'affermazione del diritto alla salute ". Questo il secco giudizio di Greenpeace sul verdetto al termine del processo sul Petrolchimico di Porto Maghera, che ha visto imputati 28 manager dell'Enichem e della Montedison. 70 tonnellate di solventi organici, 220 chili di cloroformio, 2 chili di tetracloruro di carbonio, oltre due tonnellate di dicloroetano, 320 chili di tricloroetilene, 4000 chili di tetracloroetilene, 22 tonnellate di bromoformio ed oltre una tonnellata di trialometani: queste le quantità di inquinanti riversati ogni anno nella laguna di Venezia. VerdiAmbienteSocietà (VAS) commenta sul piano giuridico il processo ipotizzando "delle problematiche in diritto, quali la prescrizione dei reati ambientali, ma da una prima sommaria lettura del dispositivo della sentenza, sembra che il Tribunale abbia assolto in fatto, come dire le discariche non sussistono". Radio Sherwood, presente alla manifestazione di fronte al Tribunale, ricorda come "con questa sentenza vengono cancellati 157 morti accertate e 103 casi di cancro, viene annullata la lotta e la sofferenza delle famiglie che da anni chiedevano giustizia".

Pubblicato il: 04.11.2001
" Fonte: » Greenpeace, VerdiAmbienteSocietà, Sherwood;
" Approfondimento: » Gli atti del processo , I rapporti di Greenpeace su Porto Marghera;

Ultime notizie

Cosa resta della cooperazione internazionale?

24 Agosto 2019
L’ex governo gialloverde lascia una pesante eredità in questo campo soprattutto dando spazio a una diffusa disinformazione. (Lia Curcio)

L'Italia migliore è l'Italia che include/ 2

23 Agosto 2019
Continua il nostro viaggio sull’evoluzione/involuzione della cultura e della politica italiana sul tema dell’inclusione e dell’apertura internazionale. (Fabio Pipinato)

L'Italia migliore è l'Italia che include / 1

22 Agosto 2019
Breve storia di un patrimonio culturale e politico sulla pace, nonviolenza e cooperazione internazionale, che rischia di disperdersi. (Fabio Pipinato)

Laghestel (Trentino), la fragilità dell’uomo e della natura in dialogo

21 Agosto 2019
Un cammino dei sensi per scoprire la natura e se stessi, attraverso l’incontro (Anna Molinari)

La simbiosi tra uomo e ape: perché è necessaria?

20 Agosto 2019
Api e miele, da sempre fedeli compagni della vita dell’uomo, sono già a rischio di estinzione, e con loro il nostro ecosistema. (Marco Grisenti)