L'altro Summit che frena Chirac e Mugabe

Stampa

Il fronte contro l'intervento in Iraq si allarga. E Chirac gongola, spalleggiato dagli stati africani riuniti a Parigi (19-21 febbraio) per il France-Afrique 2003'&Titre='Chirac summit Francia-Africa. Ma la acque della Senna ribollono di sentimenti contrastanti.Infatti le ong Agir Ici e Survie si sono affrettate a rovinargli la festa organizzando un contro summit tutt'altro che tenero con la politica africana di Chirac e dei suoi omologhi del continente nero. Tanto per cominciare l'abbraccio dell'Eliseo a dittatori del calibro di Mugabe (Zimbabwe) e Eyadema (Togo) ha suscitato la condanna e lo sdegno degli organizzatori del contro-summit. Un ennessimo passo indietro per la futura democrazia africana. Poi le ricette per disegnare una nuova Africa: annullazione del debito, lotta per la costruzione di stati di diritto, finanziamenti per sconfiggerel'aids dilagante, ridimensionamento delle multinazionali. Ong europee e consorelle africane ribadiscono il proprio scetticismo al programma di sviluppo per l'Africa della Nepad, sostenuto invece da Francia e dal Sud Africa.

Ultime notizie

Mali, cibo per un anno per 1.200 persone

15 Febbraio 2019
Grazie a un’iniziativa di cooperazione di Ipsia del Trentino, un convoglio umanitario ha raggiunto una zona del Paese colpita da una grave carestia. (Fabio Pipinato

Brasile: alla polizia licenza di uccidere

14 Febbraio 2019
Lo ha detto fin dal primo giorno, carta bianca alla polizia, carta bianca per uccidere. Non ce n’era bisogno, basta leggere i dati ufficiali divulgati dalle agenzie internazionali e dallo stesso go...

Le diseguaglianze crescono: perché?

14 Febbraio 2019
Le ragioni di questo gravissimo fenomeno sono complesse e molteplici, ma forse si può fare un po’ di chiarezza (Marco Grisenti).

Contro la desertificazione? Un deserto di iniziative!

13 Febbraio 2019
La desertificazione colpisce l’8% del territorio dell’Unione europea, in particolare l’Europa meridionale, orientale e adesso anche quella centrale. Che fare? Nulla! (Alessandro Graziadei)

Libano sorpresa per Usa e Israele, nuovo governo targato Hezbollah

13 Febbraio 2019
Libano, dopo nove mesi di trattative. Il premier Saad Hariri guiderà un esecutivo di unità nazionale formato da trenta ministri e, di fatto, controllato dal movimento sciita alleato di Siria e Iran...