Iran, no alla guerra prima che inizi!

Stampa

È con profonda angoscia che noi osserviamo la crescente minaccia di una nuova Guerra degli Usa questa volta contro il popolo dell'Iran. I media sono pieni di report circa una presunta minaccia nucleare rappresentata dall'Iran e la presunta necessità degli Usa di compiere una azione militare.
StopWarOnIran.org, uno sforzo dal basso, ha lanciato una massiccia campagna di educazione pubblica per opporsi alla spinta verso una nuova guerra contro il popolo dell'Iran. Come parte di questo sforzo noi abbiamo bisogno del tuo aiuto per mettere questa pagina nei principali giornali degli Stati Uniti.

Le storie circa le Armi di distruzione di massa lanciate nei mesi precedenti hanno portato alla Guerra in Iraq. Nella fase precedente alla illegale invasione dell'Iraq, l'amministrazione Bush ha sostenuto che l'Iraq possedeva massicci depositi di armi di distruzione di massa e che esso era capace di lanciare un attacco - nucleare, chimico e biologico - agli Usa nel giro di 45 minuti. Il presidente Bush disse che gli Usa dovevano attaccare immediatamente, e non potevano aspettare la prova finale - la canna fumante- che sarebbe potuta venire sotto forma di un fungo nucleare. Noi tutti sappiamo ora che questa campagna di propaganda fu una completa falsità creata per giustificare la guerra di aggressione.

Ora noi vediamo report che sono del tutto simili e sono prodotti per giustificare l'azione militare contro il popolo dell'Iran. Deferire l'Iran al consiglio di sicurezza dell'Onu rappresenta il preludio per un'azione unilaterale. Esattamente come nel caso dell'Iraq, nessuno delle dichiarazioni fatte dal governo Usa regge ad analisi accurata. L'Iran si è sottoposta alle ispezioni più intrusive ed umilianti, sopra ed oltre tutto ciò che è richiesto dal trattato di non proliferazione nucleare. Nessuna delle ispezioni ha trovato qualche traccia che l'Iran stia sviluppando un programma di armamento nucleare.

C'è solo un governo che ha usato armi nucleari contro popolazioni civili, ed è la stessa nazione che possiede il più grande deposito di armi di distruzioni di massa del pianeta. Più pericoloso ed incredibile ancora è che proprio in questo momento sta sviluppando una nuova generazione di armi nucleari tattiche che intende usare, non solo come minaccia. Questo paese sono, naturalmente gli Stati Uniti.
Non dovrebbe esserci una discussione circa il pericolo rappresentato dalle armi nucleari incluse le armi stoccate dal Pentagono e la storia delle aggressioni e degli interventi da parte degli Usa?

L'Iran ha già molto sofferto per mano delgi Stati uniti. Noi ricordiamo il rovesciamento del governo democraticamente eletto del dottor Mossadeq da parte degli Usa e il ritorno dello Scià sul Trono del Pavone " un superbo risultato da parte della CIA. " Per 25 anni lo Scià ha governato l'Iran con il ferro ed il fuoco a beneficio delle multinazionali petrolifere statunitensi, prima che il popolo iraniano, a milioni, rovesciasse la sua tirannia con un terribile costo di vite umane. Per i passati 27 anni le sanzioni da parte degli Usa hanno impedito il diritto dell'Iran allo sviluppo e procurato grandi sofferenze al popolo iraniano.

È essenziale che tutte le voci contrarie alle devastazioni di una nuova Guerra nel medio Oriente si pronuncino ora.

Noi dobbiamo chiedere con forza la fine della campagna di Washington di sanzioni, di ostilità e di falsificazioni contro il popolo dell'Iran. Noi abbiamo bisogno di fondi per i bisogni umani, non di nuove aggressioni senza fine contro l'Iran.

Primi firmatari (aggiungi il tuo nome)

Bishop Thomas Gumbleton, Detroit Archdiocese*, Founding President, Pax Christi*
The Most Rev. Filipe C Teixeira, OFSJC, Diocesan Bishop, Diocese of Saint Francis of Assisi, CCA
Michael Parenti, author
Ramsey Clark, former U.S. Attorney General
Howard Zinn, author, historian
George Galloway, MP, Britain
Tony Benn, MP, Britain
Denis J. Halliday, former UN Assistant Secretary-General
Harold Pinter, 2005 Nobel Laureate in Literature
Margarita Papandreou, former First Lady of Greece
Ardeshir Ommani, co-founder of American-Iranian Friendship Committee (AIFC)
Ervand Abrahamian, Prof. ME History, Author, Between Two Revolutions
David N. Rahni, Professor and scholar, NY
David Sole, President UAW, Local 2334*, Detroit
Steve Gillis, President, USWA Local 8751*
Fellowship of Reconciliation, Nyack, NY
Thomas Koppel and Annisette, of the Scandanavian Popular Music Band Savage Rose

Dirk Adriaensens, coordinator SOS Iraq, exec. committee Brussells Tribunal)
Hani Y. Awadallah, President, Arab American Civic Organization
Axis of Logic
Dr. Barbara Nimri Aziz, Executive producer of RadioTahrir-WBAI-NY
Brian Barraza, AMAT, Association of Mexican American Workers
Sharon Black, All Peoples Congress
Jean Bricmont, Brussels Tribunal
Brookline PeaceWorks
John Catalinotto, Editor - Metal of Dishonor
Ed Childs, Chief Steward, Unite Here Local #26*
Michel Collon, writer, publicist, Stop USA
Heather Cottin, Freeport Community Worklink Center*
Tiphaine Dickson, attorney
LeiLani Dowell, Queers for Peace & Justice
Gregory Elich, author, researcher
Elena Everett, Chair, NC Green Party*, Co-Chair, GPAX (Green Party Peace Action Committee)*
Leslie Feinberg, Nat'l Lgbt Caucus Co-chair, National Writers' Union/UAW*, Jersey City, NJ
Sara Flounders, International Action Center
Lenora Foerstel, Vice Pres. Women for Mutual Security*
Tiokasin Ghosthorse, First Voices Indigenous Radio
Peter Gilbert, FIST - Fight Imperialism, Stand Together
Farrukh Sohail Goindi, Foundation for Democracy-Pakistan
Teresa Gutierrez, NY Committee to Free the Cuba 5
Samia Halaby, Defend Palestine, NYC
Klaus Hartmann, Chairman, German Freethinkers Association
Jesse Lokahi Heiwa, QueerJustice.org
Imani Henry, Playwright/Performer
Nellie Hester Bailey, Harlem Tenants Council
Sherif Hetata, MD, novelist,International Coordinating Committee of the Mediterranean Social Forum*
Larry Holmes, Troops Out Now Coalition
Eric Hooglund, Editor, Critique: Critical Middle Eastern Studies, Hamline University*, St. Paul MN
Yoomi Jeong, Korea Truth Commission
Berta Joubert-Ceci, Philadelphia International Action Center
Charlotte Kates, NJ Solidarity - Activists for the Liberation of Palestine
Khadouri al-Kaysi, Committee to Support the Iraqi People
Nada Khader, Director of WESPAC* Foundation
Beth Lamont, NY Humanist Society*
Dustin Langley, No We Wont Go counter-recruiting network
Robert Merrill, Ph.D.,Professor, Maryland Institute College of Art*, Baltimore, MD
MLK, Jr. Bolivarian Circle, Boston
Monica Moorehead, Millions for Mumia
New England Human Rights for Haiti
Erik-Anders Nilsson, Jersey City Peace Movement
Eleanor Ommani, American-Iranian Friendship Committee (AIFC)
John Parker, LeftBooks.com
Pam Parker, shop steward, Washington/Baltimore Newspaper Guild(WBNG) #32035
Rostam Pourzal, Iranian Cultural Association*, Washington DC
Ralph Poynter, New Abolitionist Movement*
Minnie Bruce Pratt, Lesbian Author/activist, National Writers Union*, Jersey City, NJ
Anne Pruden, 1199 SEIU delegate*
Milos Raickovich, composer, New York
Gloria Rubac, Steward, Houston Federation of Teachers, Local 2415*
Nawal El Saadawi, Writer and Psychiatrist, President, Arab Women's Solidarity Association*,
Njeri Shakur, Texas Death Penalty Abolition Movement
Nana Soul, Artists and Activists United for Peace
Annie & Buddy Spell, Covington Peace Project, Covington LA
Lynne Stewart, attorney
Lynne Stewart Defense Committee
Johnnie Stevens, Peoples Video Network
Brenda Stokely, New York City Labor Against the War
Mark Lewis Taylor, Professor of Religion & Culture, Princeton Theological Seminary*
Nadje Tesich, Author, Playwright, Poet
Usavior, Artists and Activists United for Peace
Tony Van Der Meer, Prof. Univ. of Massachusetts, Boston*
Klaus von Raussendorff, Association for International Solidarity*, Germany
Michael Tarif Warren, attorney
Dave Welsh, Delegate, San Francisco Labor Council, AFL-CIO*
Walter Williams, People Judge Bush

Più svariate centinaia che potrai verificare andando sul sito StopWarOnIran.org

Ultime notizie

Seoul, per la prima volta la Corte suprema libera un obiettore di coscienza

15 Luglio 2018
La sentenza segue la linea decisa dalla Corte costituzionale. Kim era stato condannato a 18 mesi di prigione: rifiutava l’esercito per motivi religiosi. 

Sviluppo sostenibile: a che punto è l’Italia?

14 Luglio 2018
Il nostro Paese è molto indietro sull’agenda ONU per il 2030. Cosa farà il governo appena insediato? (Lia Curcio)

Il mercato del corpo delle donne

13 Luglio 2018
Dall’India alla Cina passando per l’Indocina: “Smettiamo di fingere che non ci sia una chiara e riconosciuta catena di sfruttamento delle donne”. (Alessandro Graziadei) 

La morale dell’inclusione finanziaria dei paesi ricchi

12 Luglio 2018
Parlando di povertà e microfinanza nei paesi del terzo mondo, ci si dimentica che anche nei paesi industrializzati gli esclusi sono in molti. (Marco Grisenti)

Il Giornale Giapponese Akahata intervista gli attivisti ICAN

12 Luglio 2018
Gli attivisti di ICAN chiedono al governo italiano di aderire al Trattato di Proibizione delle Armi Nucelari (TPAN) che è stato approvato alle Nazioni Unite il 7 Luglio 2017. (Minetaka Shimada )...