Honduras: importante vittoria dei cafetaleros

Stampa

Per capire cosa significa concretamente il crollo del prezzo del caffè sono sufficienti pochi dati: all'inizio degli anni '90 i produttori di caffè incassavano dai 10 ai 12 miliardi di dollari all'anno mentre la rivendita rappresentava un mercato di 30 miliardi; oggi i produttori guadagnano solo 5 miliardi e mezzo mentre il mercato al dettaglio raggiunge i 70 miliardi di dollari. Con questi dati il Consorzio di microfinanza Etimos illustra la drammatica conseguenza del crollo del prezzo del caffè sui piccoli produttori.

Nella sola America Centrale i meccanismi del mercato del caffè coinvolgono 25 milioni di persone. In Honduras i cafetaleros hanno però recentemente riportato una importante vittoria: a settembre, infatti, il governo dell'Honduras con un decreto ha promulgato la legge "di riattivazione finanziaria del settore produttivo del caffè". Concretamente significa che verrà costituito un fondo speciale denominato "Fideicomiso" per pagare, per conto dei produttori stessi, i saldi debitori dei prestiti bancari ottenuti fino allo scorso 29 aprile per attività legate alla produzione del caffè. Il fondo verrà alimentato attraverso l'imposizione di una tassa sulle esportazioni che oscillerà tra i 4 e i 9 dollari per ogni quintal (corrispondente a 46 kg) di caffè venduto.

"L'azzeramento del debito" - afferma Marco Santori, presidente del Consorzio di microfinanza Etimos - è un risultato importantissimo, una vera e propria vittoria per i cafetaleros. Significa che il governo si fa garante per loro e accetta la richiesta di dare vita ad una politica di sostegno al comparto cafetalero. Si tratta di un obiettivo centrato grazie alla determinazione dei produttori ma anche grazie alla pressione internazionale cui anche l'Italia e la nostra campagna di sensibilizzazione hanno contribuito". [RB]

Ultime notizie

ll giorno di guerra è il 289. Il punto

09 Dicembre 2022
Sono passati quasi dieci mesi dall’invasione russa dell’Ucraina e la guerra continua ad uccidere. (Raffaele Crocco)

“Il Ruanda attacca la Rdc tramite il movimento M23”

08 Dicembre 2022
Accuse arrivano dal Governo di Kinshasa e dall'Europarlamento, mentre Kigali nega il suo coinvolgimento nella violenza del Nord Kivu. (Atlante delle guerre e dei conflitti del Mondo)

La guerra corre, il fatturato cresce

08 Dicembre 2022
A causa della pandemia e della crisi nella logistica rallenta la produzione ma il saldo del commercio mondiale delle armi continua ad aumentare. L’Italia conquista posizioni nel Top 100 dei produtt...

Casa dolce (ed energivora) casa… - #Diventaregreen

07 Dicembre 2022
Alimentare gli edifici è la prima voce per consumo energetico in Italia. (Alessandro Graziadei) 

L’eredità di Hebe e i fantasmi del passato argentino

07 Dicembre 2022
L'ultimo viaggio di De Bonafini figura emblematica e controversa.  La Guerra sporca e la sua scia di sangue. I processi e il difficile inizio del ritorno alla democrazia. (Atlante delle gue...