Giustizia più vicina per Bhopal

Stampa

copyright 1997 by Scott Sady

Una corte indiana ha rigettato la proposta del proprio governo di alleggerire i capi d'imputazione contro Warren Anderson, l'ex presidente della multinazionale Union Carbide che nel 1984 causò a Bhopal (India) il più grave disastro industriale della storia. La corte ha accusato l'uomo di omicidio colposo con un verdetto festeggiato da tutti coloro che da anni reclamano giustizia: mezzo milione di persone soffrono ancora di lesioni gravi e almeno 20.000 persone morirono in quell'incidente. In questi giorni Greenpeace ha pubblicato il racconto di alcuni sopravvissuti e ha lanciato un'accusa diretta ad Anderson che ora potrebbe essere soggetto a estradizione. L'organizzazione ha duramente criticato gli Stati Uniti, dove aveva sede la multinazionale oggi posseduta dalla Dow Chemicals, per non aver rintracciato il responsabile:"Sembra che quando crimini del genere accadano fuori dagli Stati Uniti, non abbiano una reale importanza". Greenpeace ha inoltre bloccato e segnalato con cartelli, dove si leggeva "Dow, non ripetere Bhopal. Bonifica l'Africa ora!", il condotto di scarico di rifiuti tossici della Dow Chemical a Chloorkop, 15 chilometri a nord di Johannesburg. Qui si produce un pericoloso pesticida vietato negli Usa, prodotto in Sudafrica e venduto in India. L'iniziativa ha voluto ricordare ai delegati del Summit sulla Terra il comportamento criminale di numerosi colossi industriali.
Pubblicato il: 29.08.2002 " Fonte: » CorpWatch, Greenpeace, Bhopal.net;
" Approfondimenti: » Bhopal.org; Greenpeace Italia

Ultime notizie

“40 anni fa qui c’era un fiume. Ora è rimasta solo questa pozza”

20 Giugno 2019
Il cambiamento climatico ci tocca tutti, è vero. Ma non in ugual modo. (Lia Curcio)

Pyongyang senza cibo e Seul senza lavoro...

19 Giugno 2019
Mentre la Corea del Nord è in piena crisi alimentare i giovani sudcoreani affrontano una disoccupazione senza precedenti. Eppure... (Alessandro Graziadei)

Lavoro: il tessile malato

18 Giugno 2019
Il lavoro, le disuguaglianze, i conflitti e i diritti umani viaggiano spesso sulla stessa lunghezza d’onda. E’ per questo che l’Atlante delle guerre si è occupato a più riprese della questione del...

Dalla community alla comunità #2

18 Giugno 2019
[Qui la prima parte] Nuove tecnologie, nuove parole, nuove prospettive. (Anna Molinari)...

Nonviolenza e violenza di stato

17 Giugno 2019
Ripubblichiamo di Rodrigo Rivas,  l’introduzione al dibattito che si tenne in occasione della marcia della pace del 2011, sul tema  “Nonviolenza e protesta in atto in Europa contro ciò ch...