Dai sindacati la Coca Cola beve amaro

Stampa

Immagine

La Coca Cola è sotto accusa per aver violato i diritti sindacali e sospettata di essere complice nell'omicidio del leader del sindacato della Coca Cola di Carepa, in Colombia. Ritenendo i tribunali colombiani non affidabili, i lavoratori colombiani hanno deciso di trascinare la Coca Cola di fronte ad un tribunale degli Stati Uniti, trovando in loro aiuto un potente sindacato statunitense. La causa sta continuando nei confronti di Coca Cola Inc., Panamerican Beverages - la maggiore azienda di imbottigliamento di bibite dell'America Latina - e Bebidas y Alimentos. Ad ottobre, 125 dirigenti sindacali colombiani sono stati assassinati solo nel 2001. Gli omicidi dell'anno scorso costarono la vita ad altri 129. Ogni 5 sindacalisti uccisi al mondo, 3 sono colombiani. Nonostante i paramilitari vengano ritenuti responsabili per quasi tutti gli omicidi dei sindacalisti, gli Stati Uniti finanziano le forze armate colombiane con più di 1 miliardo di dollari nel paese.
Pubblicato il: 03.12.2001
" Fonte: » Indymedia, Misna, Znet.it, Terrelibere;
" Approfondimento: The Coca Cola Crimes, Boycotta Coca Cola;

Ultime notizie

Spazio al bosco, e le specie spariscono

23 Settembre 2019
Che l’uomo intervenga o si assenti, per la sopravvivenza dell’ecosistema avrà sempre una responsabilità. (Anna Molinari)

Giornata del dono, coinvolti centinaia di studenti

22 Settembre 2019
Sono 80 gli istituti scolastici che hanno aderito al progetto #DonoDay2019, realizzato in collaborazione con il Miur. 

Abbiamo solo 11 anni per salvare la nostra specie

21 Settembre 2019
Ci avviciniamo al prossimo evento, venerdì 27 settembre, organizzato dai giovani dei "Fridays for Future”. (Lia Curcio)

La guerra nel nome della pace

20 Settembre 2019
Attorno ad Idlib continuano i combattimenti, la fuga dei cittadini, le morti, le distruzioni. Il ruolo della Turchia è sempre più ambiguo, nei suoi giochi anti-curdi tra Mosca, Washington e Damasco...

Presidenziali in Tunisia: vincono astensione e populismo anti-casta

20 Settembre 2019
Al ballottaggio per eleggere il nuovo presidente tunisino si affronteranno due candidati controversi e fuori dagli schemi tradizionali. (Ferruccio Bellicini