Botswana: boscimani sotto la minaccia delle armi

Stampa

I guardaparco sono entrati nella Central Kalahari Game Reserve (CKGR) e hanno minacciato i Boscimani con le armi cercando di indurli ad abbandonare le loro case. Data l'escalation degli attacchi del Botswana verso i Boscimani Gana e Gwi, si teme che il governo si stia preparando a deportare nuovamente i circa 200-250 Boscimani che continuano a resistere sulle loro terre. Le autorità impedisco a chiunque, inclusi i giornalisti, di entrare nella riserva e stanno cercando di impedire ai Boscimani che vi risiedono di aver alcun tipo di contatto con il mondo esterno.

Il governo ha annunciato la decisione di chiudere la riserva come misura precauzionale contro una malattia chiamata scabbia sarcoptica, riscontrata nelle capre dei Boscimani. Questa scoperta sarebbe stata fatta dalla zoologa Kathleen Alexander, ex dipendente governativa, recatasi nella CKGR in luglio, per una ispezione. Il portavoce del governo ha dichiarato che la malattia è accompagnata da "alti tassi di mortalità". Ma il dottor James Wood, capo del Consorzio per le Malattie Infettive delle Scuole di Veterinaria dell'Università di Cambridge, ha commentato oggi che "la scabbia sarcoptica non comporta alti tassi di mortalità. Può essere facilmente curata negli animali domestici ed è estremamente difficile che gli animali selvatici la possano contrarre dalle capre dei Boscimani. Non c'è ragione perché la Riserva venga chiusa a causa della sua presenza".

Trenta di coloro che ancora vivono nella CKGR erano sfuggiti agli sfratti del 2002, mentre gli altri sono riusciti a tornarvi nonostante l'opposizione del governo. Nei campi di "reinsediamento", altre centinaia di Boscimani aspettano disperatamente di poter fare ritorno a casa. Il direttore generale di Survival ha dichiarato: "La reputazione del Botswana è ormai legata indissolubilmente alla sorte dei Boscimani. Distruggendo i Gana e i Gwi, il governo mina la sua reputazione, probabilmente per sempre. Non credo che la gente vorrà indossare dei diamanti scavati nelle tombe dei Boscimani come simbolo del loro amore, e non credo che i turisti accetteranno di continuare a visitare un paese che sta condannando a morte gli ultimi Boscimani cacciatori rimasti al mondo. Faremo in modo che la gente venga a conoscenza di tutti i risvolti del caso. Ma non è solo la reputazione del paese che oggi sta andando in fumo: il governo sta infatti anche distruggendo la sua sola fonte di prosperità".

Per approfondimenti clicca di seguito (sono disponibili filmati e foto):
Recenti attacchi del governo verso i Boscimani
Testimonianze dei Boscimani recentemente torturati per aver cacciato
Tutti i nostri ultimi comunicati stampa sul caso Boscimani

Ultime notizie

Compensare o risparmiare? - #Diventaregreen

05 Dicembre 2022
Investire per migliorarsi, e spendere meno. (Anna Molinari)

Fermata Kirghisistan

04 Dicembre 2022
Mi trovo a condividere 12 ore di viaggio con 3 ragazzi che non vogliono ritrovarsi all’interno di un carro armato. (Atlante delle guerre e dei conflitti del Mondo)

Un blindato Made in Italy per il Brasile

03 Dicembre 2022
Un "Made in Italy" molto particolare. (Atlante delle guerre e dei conflitti del Mondo)

Superati i 9 mesi dall’inizio dell’invasione russa. Il punto

02 Dicembre 2022
Di fatto, la guerra in Ucraina somiglia sempre più ad una “nota di fondo”, a cui il Mondo sembra abituarsi. (Raffaele Crocco)

Anche la Germania indaga sulle stazioni di polizia illegali di Pechino

01 Dicembre 2022
La ong Safeguard le ha individuate in 30 Paesi europei; quattro solo in Italia. Stabilite all’interno di ambasciate e consolati. Inchieste già avviate da Paesi Bassi, Spagna e Irlanda. (AsiaNews...