Aminata Traorè all'altro G8 al WSA a Civitas

Stampa

Aminata Traorè

Ci sarà anche Aminata Traorè, ex ministro della cultura in Mali, "la più grande voce africana contro la globalizzazione" a World Social Agenda, la manifestazione internazionale che si svolge ogni anno presso Civitas, la fiera nazionale del Terzo Settore. L'autrice de "L'immaginario violato", il libro che l'ha resa famosa in tutto il mondo, ha confermato la sua presenza a "L'AltrAfrica: il G8 al femminile", tavola rotonda che si svolgerà il 30 aprile alle 20,30, insieme ad altre sette donne africane, voci dei paesi più poveri al mondo, in contrapposizione al G8 delle potenze economiche mondiali che quest'anno si riuniranno dall'8 al 10 giugno in Georgia.

Insieme a lei Marie Louise Niwemukobwa, scampata all'eccidio del Rwanda e oggi ballerina, Maria De Lourdes, capoverdiana giornalista e conduttrice della trasmissione Rai "Permesso di soggiorno", Celina Cossa, presidente dell'Unione generale delle cooperative del Mozambico, Fatima Mbaye, presidente del Coordinamento donne immigrate del Veneto, Elisa Kidanè, eritrea, suora missionaria e poetessa, Beryl Carby Mutambirwa (Zimbawe) membro della Lega internazionale delle donne per la pace e la libertà, Ong internazionale titolare di statuto consultivo presso il Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite e Sowado Lagdaf, donna Saharawi.

Aminata Traorè sarà tra i protagonisti dell'inaugurazione della Fiera del Terzo Settore italiano il 30 aprile alle 11,30 nel corso della cerimonia "Europa - Africa" in cui le rappresentanti di World Social Agenda e i sindaci dei 10 paesi entranti nell'Unione Europea si scambieranno doni simbolici a testimonianza della storia e della reciproca solidarietà che lega i due continenti. E il volto più creativo e innovativo dell'Africa sarà protagonista dell'edizione di quest'anno di World Social Agenda, all'interno del "padiglione Africa" dove saranno allestite bancarelle, laboratori di artigianato, musica e teatro insieme a tutte le associazioni di immigrati e alle organizzazioni che lavorano per e con l'Africa. Spazio anche agli scrittori africani emergenti tra le 18 e le 19 insieme a Mbacke Gadji (Senegal), Kossi Komba Ebri (Togo), Okechukwu Anyadiegwu (Nigeria).

I tanti volti dell'Africa saranno al centro della serata tutta al femminile che si svolgerà all'interno del padiglione Africa: a conclusione della tavola rotonda, le protagoniste rilanceranno un documento sulle principali priorità e richieste che l'Africa pone all'Europa.

Fonte: World Social Agenda

Ultime notizie

Laghestel (Trentino), la fragilità dell’uomo e della natura in dialogo

21 Agosto 2019
Un cammino dei sensi per scoprire la natura e se stessi, attraverso l’incontro (Anna Molinari)

La simbiosi tra uomo e ape: perché è necessaria?

20 Agosto 2019
Api e miele, da sempre fedeli compagni della vita dell’uomo, sono già a rischio di estinzione, e con loro il nostro ecosistema. (Marco Grisenti)

“Non può essere”

19 Agosto 2019
La repressione religiosa non è una novità in Cina, ma sta costantemente crescendo. A fare scuola il Tibet. (Alessandro Graziadei)

A Roma il murale che purifica l’aria

18 Agosto 2019
Lo street artist Iena Cruz in via del Porto Fluviale ha realizzato un dipinto utilizzando una vernice speciale che assorbe lo smog.

Fare affari con i militari del Myanmar finanzia la guerra

17 Agosto 2019
Le speranze di democrazia e riconciliazione in Birmania/Myanmar che sembravano prossime a diventare reali con la liberazione e l’elezione in Parlamento della Premio Nobel per la Pace Aung San...