Al via il servizio civile femminile

Stampa

© ARCI servizio civile

Con il mese di dicembre partirà ufficialmente in Italia il servizio civile volontario femminile. Saranno più di cento le ragazze protagoniste dei progetti di ARCI servizio civile che opereranno nei tradizionali campi d'azione: educazione dei più giovani ai valori della solidarietà, del volontariato e della difesa dell'ambiente, assistenza ai soggetti più deboli (malattie mentali, tossicodipendenze e anziani), informazione culturale e sociale.

Legambiente è tra le associazioni che seguono questo dibattito e, per l'occasione, ha dichiarato tramite il direttore generale Francesco Fernate che "Il ruolo che deve svolgere oggi il servizio civile è quello di consentire a delle persone di uscire dalla sfera personale per svolgere un servizio di pubblica utilità e al tempo stesso partecipare attivamente ad un momento di aggregazione. Va quindi vista come un'opportunità per tutti i giovani che vogliono impegnarsi nel sociale, senza distinzione di sesso".

Anche la Caritas si sta muovendo da tempo in favore del servizio civile femminile e partiranno nel 2002 i suoi primi progetti. Intanto il War Resisters' International ha indetto per il 1° dicembre la "Giornata del prigioniero per la pace", che vuole richiamare il rapporto relativo all'Allarme Obiettori di Coscienza (CO-alert) che riguarda il periodo che va dal 1° al 31 ottobre 2001

Pubblicato il: 27.11.2001
" Fonte: » Legambiente, Ufficio Nazionale per il Servizio Civile, Caritas Italiana, Arci servizio civile, Movimento nonviolento;

Ultime notizie

Spazio al bosco, e le specie spariscono

23 Settembre 2019
Che l’uomo intervenga o si assenti, per la sopravvivenza dell’ecosistema avrà sempre una responsabilità. (Anna Molinari)

Giornata del dono, coinvolti centinaia di studenti

22 Settembre 2019
Sono 80 gli istituti scolastici che hanno aderito al progetto #DonoDay2019, realizzato in collaborazione con il Miur. 

Abbiamo solo 11 anni per salvare la nostra specie

21 Settembre 2019
Ci avviciniamo al prossimo evento, venerdì 27 settembre, organizzato dai giovani dei "Fridays for Future”. (Lia Curcio)

La guerra nel nome della pace

20 Settembre 2019
Attorno ad Idlib continuano i combattimenti, la fuga dei cittadini, le morti, le distruzioni. Il ruolo della Turchia è sempre più ambiguo, nei suoi giochi anti-curdi tra Mosca, Washington e Damasco...

Presidenziali in Tunisia: vincono astensione e populismo anti-casta

20 Settembre 2019
Al ballottaggio per eleggere il nuovo presidente tunisino si affronteranno due candidati controversi e fuori dagli schemi tradizionali. (Ferruccio Bellicini