Acqua: inquinata, cara, contesa

Stampa

© IRC

Acqua inquinata e scarse condizioni igieniche sono i principali responsabili della mortalità infantile in Asia e nel Pacifico. Secondo uno studio delle Nazioni Unite, la maggior parte delle vittime, colpita dalla diarrea conseguente all'inquinamento dell'acqua, vive in Asia dove l'aumento della popolazione, l'urbanizzazione, e lo sviluppo economico stanno mettendo in crisi le risorse idriche. Il mercato dell'acqua nel mondo è ricco e in crescita: l'Italia è il maggior produttore al mondo di acque minerali, con un giro d'affari di 5.500 miliardi di lire e oltre 10 miliardi di litri nel 2000, afferma il mensile Altreconomia, che mette in guardia sui rischi della privatizzazione delle risorse idriche. Di recente l'Onu ha invece sottolineato come le leggi del mercato debbano restare secondarie in questo campo. L'importanza strategica della gestione delle risorse idriche è la ragione che ha spinto dieci paesi africani (Uganda, Rwanda, Burundi, Kenya and Tanzania, D.R.Congo, Egitto, Sudan, Etiopia ed Eritrea) a stanziare 211 milioni di dollari per implementare le attività socio-economiche lungo il bacino del Nilo.
Pubblicato il: 19.08.2002 " Fonte: » Nazioni Unite news, Altreconomia, Oneworld Spagna, Allafrica.com; " Approfondimento: » Guide Acqua, International Water and Sanitation Centre (IRC);

Ultime notizie

Spazio al bosco, e le specie spariscono

23 Settembre 2019
Che l’uomo intervenga o si assenti, per la sopravvivenza dell’ecosistema avrà sempre una responsabilità. (Anna Molinari)

Giornata del dono, coinvolti centinaia di studenti

22 Settembre 2019
Sono 80 gli istituti scolastici che hanno aderito al progetto #DonoDay2019, realizzato in collaborazione con il Miur. 

Abbiamo solo 11 anni per salvare la nostra specie

21 Settembre 2019
Ci avviciniamo al prossimo evento, venerdì 27 settembre, organizzato dai giovani dei "Fridays for Future”. (Lia Curcio)

La guerra nel nome della pace

20 Settembre 2019
Attorno ad Idlib continuano i combattimenti, la fuga dei cittadini, le morti, le distruzioni. Il ruolo della Turchia è sempre più ambiguo, nei suoi giochi anti-curdi tra Mosca, Washington e Damasco...

Presidenziali in Tunisia: vincono astensione e populismo anti-casta

20 Settembre 2019
Al ballottaggio per eleggere il nuovo presidente tunisino si affronteranno due candidati controversi e fuori dagli schemi tradizionali. (Ferruccio Bellicini